Sei in Gweb+

Jones

La salma torna a Parma lunedì: l'Inter Club pagherà i funerali

11 luglio 2020, 05:09

La salma torna a Parma lunedì: l'Inter Club pagherà i funerali

Ieri pomeriggio all'ospedale di Lucca alle 16,30 è stata eseguita l'autopsia sul corpo di Jones Akwasi Aboagye, il ragazzo di 18 anni morto dopo un tuffo in mare dal pontile di Forte dei Marmi. Ma è ancora presto per sapere se Jones è morto per annegamento o per un malore: l'autopsia è stata disposta dalla Procura di Lucca e per ora non ci sono indagati.

Promessa del calcio, Jones era molto ben voluto da tutto l'Inter Club Parma, la società dove il 18enne giocava nel ruolo di attaccante nella squadra di terza categoria.

E sarà proprio l'Inter Club Parma a farsi carico delle spese del funerale, mentre il Comune di Parma dovrebbe contribuire alla sepoltura grazie all'intervento dei servizi sociali. E' quindi molto probabile che la salma di Jones tornerà a Parma lunedì: la mamma, la sorella, la zia e lo zio potranno riabbracciare il loro campione, che ha perso la vita durante una gita in Versilia con gli amici.

M.V.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ieri pomeriggio all'ospedale di Lucca alle 16,30 è stata eseguita l'autopsia sul corpo di Jones Akwasi Aboagye, il ragazzo di 18 anni morto dopo un tuffo in mare dal pontile di Forte dei Marmi. Ma è ancora presto per sapere se Jones è morto per...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal
 
Emil Banca, un'altra semestrale record
ECONOMIA

Emil Banca, un'altra semestrale record

Crescono raccolta, impieghi, soci e clienti. L’utile dei primi sei mesi del 2020 sfiora i 12 milioni di euro. “Abbiamo svolto un ruolo decisivo nel momento più duro della crisi sanitaria”