Sei in Gweb+

BORGOTARO

Addio a Roberta Berni, infermiera e mamma: aveva 45 anni

14 luglio 2020, 05:05

Addio a Roberta Berni, infermiera e mamma: aveva 45 anni

FRANCO BRUGNOLI

BORGOTARO Vi sono delle cose che molto difficilmente la mente umana riesce ad accettare. Una di queste è la prematura morte di una giovane mamma, di soli 45 anni, a causa di una grave quanto veloce malattia. Si tratta di Roberta Berni, infermiera professionale, in servizio all’ospedale «Santa Maria» di Borgotaro, nell’Unità operativa di Ortopedia e in particolare, ultimamente, nella «sala gessi».

Lei aveva sempre il sorriso sulle labbra ed una parola buona per pazienti e familiari. Oltreché un grande rispetto per i colleghi. Le sue confortanti risate ed il suo contagioso ottimismo sul lavoro, influivano positivamente su tutti.

Roberta era la figlia di Gino Berni, morto alcuni anni fa, anche lui infermiere dello stesso ospedale e co-fondatore, al tempo stesso, del Distaccamento di via De Gasperi dei Vigili del fuoco volontari di Borgotaro.

Era anche una mamma protettiva ed affettuosa, che amava tanto le sue due figlie Martina ed Alessia, rispettivamente di 17 e 11 anni.

Roberta Berni lascia la mamma Ines, il marito Gabriele Molinari, le adorate figlie, il fratello Gianluca con Stefania, Alessandro e Letizia, il cognato Andrea.

Come il padre, il fratello e il marito, Roberta, portando avanti quindi la tradizione di famiglia, ha contribuito poi (con l’incarico di assistente dei bagnanti in piscina) a mantenere aperta una delle più belle attrattive estive locali, gestita da una cooperativa onlus: gli impianti posti all’interno dell’area del Distaccamento dei Vigili del fuoco volontari di Borgotaro. Di carattere un po’ riservato, Roberta coltivava la passione per il nuoto; per il resto era molto dedita alla famiglia ed al suo lavoro.

I funerali avranno luogo oggi, alle 14,30, nella chiesa parrocchiale di Sant’Antonino Martire, in piazza XI Febbraio. La funzione religiosa, presieduta da monsignor Angelo Busi (parroco e Vicario episcopale) sarà officiata rispettando tutte le attuali disposizioni sanitarie. Il corteo funebre partirà (in auto), in tempo utile, dalla camera mortuaria dell’ospedale «Santa Maria». Al termine del rito, la salma verrà trasferita al «Tempio di Parma» per la cremazione. Ieri sera è stato recitato, alla presenza di molte persone, il rosario in suo suffragio.