Sei in Gweb+

Scomparso

Boschesi, mitico salumiere di una Parma che non c'è più

18 luglio 2020, 05:06

Boschesi, mitico salumiere di una Parma che non c'è più

ISABELLA SPAGNOLI

 

Bruno Boschesi, il salumiere che per tanti anni ha servito i numerosi clienti dietro al bancone della sua meravigliosa salumeria in via Garibaldi, ha chiuso gli occhi per sempre, a 91 anni.

Una vita trascorsa a lavorare, raccogliendo immense soddisfazioni.

Bruno, amato da tutte le persone che entravano nel suo negozio, iniziò a lavorare giovanissimo.

«A soli 14 anni, nel novembre del ‘42, cominciò a fare il commesso in un negozio di alimentari in strada Farini, dove rimase fino a metà del '48 - spiega il figlio Roberto -. Prima ancora di iniziare a lavorare, andò nell’edicola della strada dicendo di voler acquistare tutti i giorni la Gazzetta di Parma, pregando, però, l’edicolante, di fargli pagare le copie il sabato sera quando avrebbe ricevuto il compenso settimanale. Durante la giornata, il proprietario dell’edicola andò dal datore di lavoro che gli disse di fidarsi ciecamente. Da quel giorno, si vantava di non aver mai perso mai un numero della Gazzetta. Amava la sua città e voleva tenersi informato su tutto ciò che accadeva».

Bruno da via Farini si trasferì in via D’Azeglio 84, nel negozio di un salumiere d’altri tempi, Severino Tagliavini, con il quale rimase amico per tutta la vita. Dal gennaio del 1950 si spostò in strada Garibaldi, nel negozio che faceva angolo con via Cavallotti, dove iniziò a fare il commesso sotto la guida dell’espertissimo Paolo Gonizzi.

Nel 1960 Gonizzi cedette l’attività a Bruno che divenne il titolare della salumeria Boschesi fino al settembre dell’86.

«All’epoca, strada Garibaldi, via Verdi e viale Toschi erano abitate da signori, da professionisti illustri - spiega il figlio - era una delle zone più belle di Parma. Il mio papà era orgoglioso di avere il negozio in quel luogo, la clientela non era solo del quartiere ma anche da altre zone di Parma».

Bruno era quotidianamente aiutato dall’amata moglie Gabriella che spesso stava alla casa. Nel retrobottega, invece, c’era una cucina ben allestita dove personale scelto si occupava di preparare ottima gastronomia.

«Affabile, brillante e semplice, il papà era diventato amico di tutti. Sapeva rapportarsi con chiunque si trovasse al di là del bancone. Era benvoluto e apprezzato proprio per il carattere empatico e per le competenze».

Bruno Boschesi era orgoglioso di essere stato fra i protagonisti del libro promosso da Parmacotto «Salumieri: una lunga storia di sapore», del 2011. «A pagina 72 si parla proprio del negozio di strada Garibaldi», conclude Roberto che insieme a Roberta e all’adorato nipote Michele piange l’amatissimo Bruno, indimenticabile salumiere di una Parma ormai lontana.

 

ISABELLA SPAGNOLI Bruno Boschesi, il salumiere che per tanti anni ha servito i numerosi clienti dietro al bancone della sua meravigliosa salumeria in via Garibaldi, ha chiuso gli occhi per sempre, a 91 anni. Una vita trascorsa a lavorare,...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal