Sei in Gweb+

Crisi Parma

Le pagelle crociate: naufragio lento, si salvano in pochi

20 luglio 2020, 05:04

Le pagelle crociate: naufragio lento, si salvano in pochi

SANDRO PIOVANI

5,5 SEPE

 

Nel primo tempo di fatto è spettatore non pagante anche se i suoi consigli urlati ai compagni arrivano sino in tribuna. Nella ripresa invece è sommerso di gol, sui quali obbiettivamente poteva poco. Non riesce a evitare la remuntada della Samp.

5,5 LAURINI

Nel primo tempo molto operativo in entrambe le fasi: difende bene e attacca meglio. E ci mette anche corsa e forza. Nella ripresa cala come tutto il Parma, anche se è l'ultimo a cedere. Peccato, perché il voto è figlio dei due tempi.

5 IACOPONI

Ha difronte Quagliarella che notoriamente non è cliente facile. Subito gioca in scioltezza. Nella ripresa il cambio tattico della Samp mette in difficoltà la difesa, lui compreso. E non riesce più a prendere le misure degli avversari.

6 GAGLIOLO

Chissà, potesse scegliere forse giocherebbe sempre centrale. Lo fa bene in effetti, tra anticipi, sportellate e ripartenze. Non lo impressiona l'ingresso di Bonazzoli ma poi deve uscire. E la frittata è fatta.

5 DERMAKU DAL 34' ST

Entra nel momento più delicato della partita. Fatica e non poco, qualche buona liberazione.

5 PEZZELLA

Nel primo tempo gioca anche bene, forse perché deve pensare soprattutto a dare manforte a Caprari in avanti. Nella ripresa deve anche difendere e va in difficoltà, forse perché a corto di ossigeno.

5 HERNANI

Nel primo tempo sembra aver ritrovato lo smalto dei tempi migliori. Appoggia sia Kulusevski che Brugman, si tuffa nella difesa della Samp. Nella ripresa è travolto dalla supremazia del centrocampo ospite. Il problema è che non riesce a cambiare passo e non segue più gli avversari.

5 BARILLÀ DAL 17' ST

Prova ad aiutare la squadra ma ormai la discesa era senza ritorno.

5,5 BRUGMAN

Sarà che i suoi compagni di reparto erano in gran spolvero, sarà che i ritmi non erano altissimi, ma ha giocato un buon primo tempo. Nella ripresa il centrocampo del Parma è affondato soprattutto fisicamente. E lui non è riuscito a fermare Maroni, entrato a inizio ripresa: dal blucerchiato sono partite le azioni più pericolose degli ospiti.

5 KURTIC

Gioca un primo dei suoi, di sostanza, come ci ha abituato nell'ultimo periodo. Cala alla distanza e nella ripresa commette alcuni errori decisivi, inaspettati da uno come lui. Anche lui, praticamente sempre in campo, sembra in difficoltà a tenere una partita intera.

 

sv SILIGARDI DAL 34' ST

Stavolta non riesce a farsi notare.

 

 

 

 

6 KULUSEVSKI

Parte lento, poi trova la posizione il ritmo e la collaborazione dei compagni. E nel primo tempo è un crescendo praticamente irresistibile che mette sempre in difficoltà gli avversari. E favorisce le giocate dei compagni. Nella ripresa invece corre a vuoto, non incide e non riesce più a giocare con la squadra. Soprattutto sembra non avere più le idee chiare.

 

 

 

 

 

6 GERVINHO

La sufficienza è per il gol, bello e da giocatore vero. Vale il discorso fatto per Kulusevski: partenza lenta ma il primo pallone che tocca seriamente va in gol. Nella ripresa di fatto non riceve palloni giocabili. Per qualche minuto fa anche l'esterno, ma sembra la controfigura del giocatore visto nel primo tempo. Una mutazione inspiegabile, soprattutto per un giocatore esperto come lui.

 

 

sv KARAMOH DAL 37' ST

Non incide, mai.

 

6 CAPRARI

Un gran bel primo tempo, dove gioca praticamente a tutto campo e svariando sul fronte d'attacco. Il gol lo avrebbe anche segnato. Poi vale il discorso fatto per tutti i suoi compagni. Nella ripresa è impalpabile: non bisogna dimenticare che ha giocato poco e forse era anche in debito di ossigeno. In ogni caso per la prima volta ha fatto vedere le sue potenzialità.

5 INGLESE DAL 18' ST

Praticamente mai in partita: va detto che entra nel momento più difficile della squadra, quando ormai il Parma iniziava ad affondare. E lui non riesce a tappare la falla.

 

ALLENATORE 5 D'AVERSA

 

Due tempi due partite: una prima frazione di buon livello, una ripresa che definire da dimenticare è quasi un eufemismo. Il Parma, in difficoltà per le assenze e qualche acciacco, era partito bene, ma pur avanti di due gol è caduto malamente. Con le disattenzioni ormai ricorrenti in questo ultimo periodo: il solito gol da calcio piazzato e al primo problema la squadra si è sciolta. La Sampdoria nella ripresa ha cambiato il suo modo di giocare e il Parma non ha preso nessuna contromisura. Ma colpisce soprattutto la fragilità psicologica di un gruppo che nelle difficoltà ci aveva abituati a dare il meglio. Ora non è più così, anzi ogni ostacolo sembra una vetta insormontabile. D'Aversa le ha provate tutte ma non è riuscito a invertire la rotta.

 

SANDRO PIOVANI 5,5 SEPE Nel primo tempo di fatto è spettatore non pagante anche se i suoi consigli urlati ai compagni arrivano sino in tribuna. Nella ripresa invece è sommerso di gol, sui quali obbiettivamente poteva poco. Non riesce a evitare la...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal