Sei in Gweb+

LUTTO

Salso piange Bonazzi, l'imprenditore del marchio Chérie

21 luglio 2020, 05:04

Salso piange Bonazzi, l'imprenditore del marchio Chérie

Salsomaggiore piange la scomparsa dell’imprenditore Gianluca Bonazzi, deceduto all’ospedale di Vaio, dove era ricoverato da alcuni giorni, all’età di 77 anni.

Nato a Salsomaggiore nel 1942, si recò in giovane età all’estero per studiare imparando la conoscenza delle lingue inglese, francese e tedesca, che gli valse la possibilità di iniziare a lavorare negli alberghi, diventandone anche direttore.

Nel 1970, insieme alla moglie Ivana, ebbe l’intuizione, con l’apertura di un primo negozio in via Dante di vendita di biancheria intima di lusso per signore, di fondare il marchio “Cherie” dando origine a quello che ancora oggi è conosciuto anche a livello internazionale come uno dei migliori brand di abbigliamento femminile, portando il nome di Salsomaggiore in giro per il mondo.

Erano, quelli, gli anni d’oro della città termale e nel 1981 Gianluca Bonazzi decise di trasferire l’attività in largo Roma, dandole una migliore visibilità ed allargando il settore di vendita alle camicie da donna in cotone e in lino: grazie però al suo intuito ed alla sua abnegazione, capì ben presto che il mercato richiedeva qualcosa di diverso e di unico e così decise di allargare ulteriormente l’offerta alle camicie di seta.

Cominciò così un trentennale rapporto commerciale con la Cina comprendente innumerevoli viaggi effettuati insieme alla moglie per la scelta dei tessuti per il confezionamento delle camicie e creando una vera e propria linea commerciale, “Cherie il fascino della seta”: fu in questi anni che l’attività si espanse arrivando a contare cinque punti vendita, Salsomaggiore, Tabiano, Fidenza, Sanremo e Milano, e 40 dipendenti, mentre furono molti i personaggi famosi, tra i quali la principessa Titti di Savoia, che si recavano nei locali di largo Roma per la scelta dei capi.

Persona gioviale e ironica, cortese, dotato di grande savoir faire, Gianluca Bonazzi aveva saputo conquistarsi la stima delle clienti: uomo colto e appassionato di viaggi, l’imprenditore scomparso andava fiero dei suoi genitori nati alla fine del 1800.

Grande appassionato di sport, in gioventù aveva praticato sci, corsa e giocato a calcio nel Salsomaggiore prima di dedicarsi al tennis: nei primi anni ‘80, inoltre, in qualità di presidente del Tennis Club, aveva promosso la riqualificazione del campo nei pressi del palazzo dei congressi.

Gianluca Bonazzi ha lasciato la moglie Ivana, la figlia Ullania, il genero Max e le nipoti Victoria, Veronica e Valentina.

M.L.

 

Salsomaggiore piange la scomparsa dell’imprenditore Gianluca Bonazzi, deceduto all’ospedale di Vaio, dove era ricoverato da alcuni giorni, all’età di 77 anni. Nato a Salsomaggiore nel 1942, si recò in giovane età all’estero per studiare imparando...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal