Sei in Gweb+

Lutto

Addio a Nella Corradi, "regina" delle profumerie Chiastra

22 luglio 2020, 05:07

Addio a Nella Corradi, "regina" delle profumerie Chiastra

ISABELLA SPAGNOLI

Nella Corradi era originaria di Traversetolo, ma quando compì diciassette anni decise di trasferirsi a Parma.

Era il 1949 e la giovane, con un gran senso del dovere e voglia di lavorare, decise di andare ad aiutare lo zio che aveva un negozio di alimentari in Oltretorrente, una bottega che era il punto di riferimento del quartiere. Il lavoro non la spaventava e Nella crebbe fra quelle mura tanto che, quando nel 1958 si sposò con Giorgio Chiastra, decise, insieme a lui, di subentrare nell’attività. Per un decennio rimasero in quella bottega storica, davanti all’ospedale Stuard, frequentata da tutti gli abitanti della zona. Nella entrò nel cuore dei suoi clienti perché aveva un dono: sapeva farsi volere bene da tutti. Nel ‘69 i due sposi decisero di cambiare attività e acquistarono una profumeria in strada Farini che chiamarono: «Chiastra». Nel ‘60 nacque il primo figlio: Andrea, poi arrivò il secondo: Stefano. La famiglia era felice, il lavoro andava bene. Tanto che quando fra gli anni ‘80 e ‘90 entrano i figli in profumeria, per dare una mano ai genitori, capiscono che c’era margine per allargare l’attività. Le profumerie, nel tempo, si moltiplicano, distribuite in tutta la città e ancora oggi appartengono alla famiglia.

«Per 50 anni la vita di nostra madre è stata dietro al bancone – spiegano i figli -. Amava il suo lavoro e si dedicava con pazienza ai suoi clienti. In strada Farini la conoscevano tutti: Nella, per i commercianti e gli abitanti della zona era un’amica». Gli anni passavano e la signora dei profumi aveva già accumulato diverse primavere, così nei primi anni del 2000 decise di smettere di andare in profumeria per dedicarsi completamente al mestiere di nonna. «È stata una madre eccezionale, dal carattere tosto (qualche sgridata ce la siamo presa anche noi), autorevole, ma sempre presente, nonostante il lavoro le assorbisse la maggior parte del tempo – aggiungono i figli -. Ma il meglio di sé l’ha dato con i nipoti Federico, Virginia e Greta che ha cresciuto con immenso amore. Ha dato loro importanti insegnamenti di vita, ma l’ha fatto con discrezione, senza mai invadere gli spazi e mantenendo i ruoli. Per qualsiasi necessità lei c’era. Non si tirava mai indietro, ma non intralciava il lavoro delle mamme.

La missione della sua vita? La famiglia». Nella, anche una volta andata in pensione, faceva un salto nei suoi negozi. Un saluto alle commesse, ai vecchi clienti e poi di nuovo a casa, per prendersi cura dei suoi cari. L’anno scorso ha partecipato al matrimonio del nipote Federico: il più bel regalo che potesse ricevere dalla vita.

Ora, con serenità e circondata dall’amore dei suoi cari, ha chiuso per sempre, a 87 anni, i suo occhi al mondo. Lascia affetti, sorrisi e splendidi ricordi.

 

ISABELLA SPAGNOLI Nella Corradi era originaria di Traversetolo, ma quando compì diciassette anni decise di trasferirsi a Parma. Era il 1949 e la giovane, con un gran senso del dovere e voglia di lavorare, decise di andare ad aiutare lo zio che...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal