Sei in Gweb+

Bilancio

Comune, sgravi sulla Tari per negozi e ristorazione

24 luglio 2020, 05:01

Comune, sgravi sulla Tari per negozi e ristorazione

L'effetto-Covid si fa sentire in modo pesante sui conti del Comune anche se la situazione del bilancio municipale non desta per ora preoccupazioni grazie agli avanzi di bilancio registrati nel 2019 che consentono fin qui di coprire le perdite registrate a causa degli effetti della pandemia.

Lo ha spiegato ieri nella commissione Bilancio, tenuta in videoconferenza,l'asessore Marco Ferretti, elencando i dati e le cifre della situazione dell'assestamento dei conti di fine luglio, «necessario per poter essere pienamente operativi, anche se la scadenza è stata fissata a fine settembre, quando ne predisporremo un altro».

ENTRATE IN FORTE RIBASSO

«Fin qui abbiamo avuto minori entrate per 20 milioni e 148mila euro, fra cui spiccano i 5 milioni in meno d multe, ma anche i 4 milioni per le rette dei servizi educativi e i 2 milioni e mezzo che mancano all'appello per l'Imu e 2 milioni e 200mila per l'addizionale Irpef. A fronte di questo, abbiamo avuto anche una diminuzione di alcune spese, come quelle di un milione e mezzo per i mutui rinegoziati nei termini con la Cassa depositi e prestiti». Considerato anche il contributo di 8 milioni e 700mila euro «lo squilbrio fra entrate e uscite rispetto alle previsioni a fine luglio è - ha detto l'assessore - di 3 milioni e 14mila euro, che saranno coperti ricorrendo a una parte dei 9 milioni e 800mila euro di avanzo non vincolato che abbiamo a disposizione rispetto ai 96 complessivi di fine 2019. Ci restano altri 6 milioni e 800mila euro da poter utulizzare che mettiamo da parte, facendo così scendere l'avanzo a circa 87 milioni. Si tratta di una situazione impegnativa, ma che per ora è affrontabile con le risorse che abbiamo a disposizione, in attesa di sapere se arriveranno altri aiuti da Regione e Governo».

TASSA RIFIUTI A SETTEMBRE

La prima rata della Tari, rinviata causa Covid, si dovrà pagare a fine settembre e la seconda a fine novembre. Ferretti ha poi annunciato che ci saranno 1 milione e 100mila euro a disposizione per gli sgravi della tassa a favore di tutte le utenze non residenziali, in particolare quelle commerciali e della ristorazione, i cui beneficiari saranno individuati dal Comune stesso in base ai famosi codici Ateco.

OPERE RINVIATE AL 2021

L'assessore ai Lavori pubblici Michele Alinovi ha da parte propria annunciato che «molti interventi di opere pubbliche avevamo inserito nel bilancio 2020 sono stati rinviati al 2021 per evitare sovrapposizioni di cantieri e soprattutto per poter dare priorità agli interventi di messa a norma delle scuole in vista della ripresa delle lezioni». Alinovi ha però sottolineato che «nessuna opera verrà cancellata. Ma, ad esempio, per il project financing del complesso Stuard-Romanini la spesa prevista è stata rimandata al 2021 perché non c'erano i tempi tecnici per far partire la procedura entro il 2020. Sono state diminuite anche le spese previste per manutenzioni stradali e del verde cittadino, soprattutto quelle straordinarie, ma con un'analisi attenta di quello che era fattibile e mantenendo tutti i cantieri individuati come prioritari».

g.l.z.

 

L'effetto-Covid si fa sentire in modo pesante sui conti del Comune anche se la situazione del bilancio municipale non desta per ora preoccupazioni grazie agli avanzi di bilancio registrati nel 2019 che consentono fin qui di coprire le perdite...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal