Sei in Gweb+

Collecchio

Gianluca, 17 anni, astro nascente della danza classica

26 luglio 2020, 05:06

Gianluca, 17 anni, astro nascente della danza classica

GIAN CARLO ZANACCA

COLLECCHIO - Da Collecchio ad Amsterdam in nome della danza classica: Gianluca Bianconcini, 17 anni, è stato ammesso alla European School of Ballet della capitale olandese, un traguardo prestigioso che segna l’avvio di un percorso nel mondo del professionismo. La danza classica, in ambito maschile, non è un pratica molto diffusa, è una disciplina che richiede sacrifici, passione e dedizione: le lezioni sono quotidiane e durano ore. Nasce da una volontà forte, suffragata anche da qualità personali e fisiche che possono fare la differenza.

Gianluca è un ragazzo come tanti, dopo il ginnasio al Romagnosi, sta frequentando la prima liceo. Ha iniziato la danza classica a 12 anni nella scuola FlexPoint di Lemignano dove è stato seguito dall’insegnante Giada Bardelli. «Per noi – spiega Giada – l’ammissione alla scuola olandese è motivo di soddisfazione e di orgoglio. Si tratta di un risultato condiviso, nel senso che vede protagonista prima di tutto Gianluca, ma anche la scuola e la famiglia che lo ha supportato in questo percorso. E poi è anche una conferma dell’efficacia del lavoro svolto. La danza classica implica un coinvolgimento totale: dagli aspetti emotivi a quelli artistici e interpretativi, oltre che tecnici». Gianluca è un ragazzo solare, simpatico, ironico, pieno di risorse che ha saputo coniugare con successo l’impegno per la danza con la scuola, con brillanti risultati su entrambi i fronti. «Per me – spiega Gianluca – si tratta del coronamento di un sogno, penso che l’ammissione alla European School of Ballet rappresenti un punto di arrivo ed allo stesso tempo un punto di partenza per una nuova e grande esperienza di formazione e di vita». Giunge dopo un’altra sua importante esperienza: quella che ha fatto, due anni fa, a San Francisco dove ha vissuto un anno grazie alla borsa di studio del City Ballet San Francisco ed all’esperienza fatta al San Francisco Ballet. «Ho fatto l’audizione on line per la European School of Ballet di Amsterdam – spiega Gianluca – 10 giorni fa, quando mi è arrivata la conferma della mia accettazione sono rimasto quasi incredulo, ma non nascondo che ci tenevo tanto. Da settembre mi trasferirò là per questa nuova avventura». Collecchio gli è vicina e gli ha testimoniato sui social la speranza di vederlo un giorno diventare una stella, anzi un'«étoile»: il primo ballerino di un corpo di ballo.