Sei in Gweb+

COMUNE

Collecchio, 148 domande di aiuti economici

28 luglio 2020, 05:02

Collecchio, 148 domande di aiuti economici

COLLECCHIO - La ripresa a Collecchio, dopo la fase acuta della pandemia, passa attraverso l’assegnazione di 100 mila euro che l’amministrazione ha messo a disposizione di commercianti e pubblici esercizi che hanno visto una drastica riduzione degli introiti, a seguito della chiusura forzata per l’emergenza coronavirus. Il bando promosso dal Comune si è chiuso qualche giorno fa: sono 148 le domande di sostengo economico presentate da bar, ristornanti, pizzerie ed attività economiche in genere come negozi e parrucchieri.

I fondi verranno assegnati a breve. Le fasce di contributi sono tre: 600, 800 e 1000 euro.

«Si tratta di una delle misure a sostegno delle realtà del territorio - spiega il sindaco, Maristella Galli -. A questa si aggiungono le risorse del fondo di solidarietà a favore di famiglie e persone che hanno perso il lavoro, sono state messe in cassa integrazione e hanno difficoltà nel pagare bollette e affitti».

Il fondo di solidarietà, frutto di donazioni di cittadini, imprese e di fondi messi a disposizione dal Comune, ha superato i 40 mila euro. Prossimamente verrà pubblicato il bando da Pedemontana sociale, per l’assegnazione anche di questi fondi. Inoltre l’esenzione della Cosap, tassa di occupazione suolo pubblico, ha permesso a bar, ristoranti e pizzerie di espandersi su spazi esterni.

«Dopo due mesi di chiusura – sottolinea la Galli – Collecchio inizia a riprendersi anche da qui».

Il tessuto produttivo ed il sistema industriale in generale ha retto il duro colpo. «Abbiamo la fortuna che la filiera produttiva a Collecchio sia principalmente legata all’agroalimentare: latte, trasformazione del pomodoro e industria molitoria; diversi settori hanno continuato a lavorare anche durante il lockdown. Qualche contraccolpo si è avvertito per l’industria metalmeccanica. Hanno sofferto di più le piccole e medie imprese a conduzione famigliare».

Per questo il Comune ha in previsione agevolazioni per la Tari – tassa rifiuti- per le utenze non domestiche che sono rimaste chiuse durante il lockdown.

«L’auspicio – conclude Maristella Galli – è quello di poter confermare il trend positivo per ciò che riguarda la salute dei cittadini e poter vivere serenamente a fine estate la nostra Sagra della Croce e il settembre collecchiese». G.C.Z.

 

COLLECCHIO - La ripresa a Collecchio, dopo la fase acuta della pandemia, passa attraverso l’assegnazione di 100 mila euro che l’amministrazione ha messo a disposizione di commercianti e pubblici esercizi che hanno visto una drastica riduzione degli...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal