Sei in Gweb+

FIDENZA

Tarso e Aldo Galli: un film (da ridere) tutto borghigiano

29 luglio 2020, 05:02

Tarso e Aldo Galli: un film (da ridere) tutto borghigiano

Due artisti, zio e nipote, uno pittore e l’altro musicista. Bravi, ma come tutti gli artisti geniali, incompresi. E da qui nasce il film «La sofference dell’artist», per la regia e sceneggiatura di Filippo Tosi.

Interpreti i due mitici personaggi borghigiani, Mauro Terzoni, «Tarso» degli Stiron River e il maestro Aldo Galli.

Intorno a loro due gravitano altri noti personaggi borghigiani.

Tarso, da tempo, ha abituato i fidentini ai suoi esilaranti brevi filmati con protagonista il maestro Aldo Galli, che si snodano fra battute in dialetto, teatrini, fatti di scherzi simpatici e insulti bonari. Filippo Tosi, guardando e divertendosi con i filmati del Tarso, si è detto: perché non realizzare qualcosa che rimanesse nel tempo. E così è nato «La sofference dell’artist», girato in luoghi simbolo di Fidenza, ma anche nei mercatini battuti dal maestro Galli, alla Fazenda del sol, alla Birreria ‘81, alla trattoria al Duomo, al Caffè Nuovo, ma anche a Isola Pescaroli, a Villa Bernarda a Castione, a Cumignano sul Po. E ogni tanto spunta anche Sara, la tenera cagnolina adottata dal maestro Galli.

La trama ruota intorno ai due artisti un po’ «sfigati», come esclama il Tarso all’inizio del breve trailer, su youtube, che ha già totalizzato migliaia di visualizzazioni, ma che alla fine riescono sempre a strappare un sorriso, e a farsi stimare e a benvolere con la loro innata simpatia e spontaneità. «Ecco, ho fallito in tutte le occasioni della mia vita – esclama il Tarso all’inizio – te lo giuro. E’ come questa siepe, in parte rigogliosa e l’altra rinsecchita».

La colonna sonora che accompagna il film è tutta imperniata sui brani degli Stiron River, con la presenza dei componenti della esilarante band borghigiana. «Praticamente il film è terminato – ha spiegato Filippo Tosi – e col Tarso dobbiamo trovare una location dove presentarlo. Credo che entro l’autunno si riesca a presentarlo ai fidentini. Siamo stati fermi oltre due mesi per il lockdown, ma ci siamo arrivati in fondo. Ci siamo divertiti tantissimo a girare le scene e mentre eravamo a Po, con uno dei personaggi del film, che voleva farla finita, gettandosi nel grande fiume, alcune persone hanno chiamato i carabinieri giunti subito sul posto, temendo una tragedia. Ma quando sono arrivati gli abbiamo spiegato che stavamo realizzando un film. Insomma, non sono mancati tanti momenti goliardici e sicuramente il film con Tarso e Galli, non mancherà di strappare risate».

C’è grande attesa fra i fidentini per vedere gli attori fidentini, protagonisti di questa storia. «Continuano a fermarmi in giro per Fidenza – ha spiegato il Tarso – per chiedermi se abbiamo terminato il film e quando potranno vederlo. Dal numero di fidentini che mi ha chiesto informazioni, credo che dovremo trovare uno spazio piuttosto ampio per presentarlo».

s.l.

 

Due artisti, zio e nipote, uno pittore e l’altro musicista. Bravi, ma come tutti gli artisti geniali, incompresi. E da qui nasce il film «La sofference dell’artist», per la regia e sceneggiatura di Filippo Tosi. Interpreti i due mitici personaggi...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal