Sei in Gweb+

Ricordo

Addio a Gino Passerini, bancario amante della vita e della lirica

01 agosto 2020, 05:05

Addio a Gino Passerini, bancario amante della vita e della lirica

ISABELLA SPAGNOLI

Amava la musica lirica, andare con la moglie Tina al Teatro Regio, assistere agli appuntamenti del Festival Verdiano che lo emozionavano tanto. Era sensibile al bello, Gino Passerini, che si è spento a soli 71 anni, a causa un tumore aggressivo impossibile da guarire. Allegro, brillante, sempre sorridente con tutti, Passerini, si era diplomato al Melloni e, successivamente, si era laureato nel nostro Ateneo, in Economia e commercio.

Dopo la laurea, decise di intraprendere la carriera bancaria e divenne dirigente alla Cassa di Risparmio nella sede di piazza Garibaldi. «Dal 1968 fino al 2003 rimase alla Cassa. E successivamente divenne direttore commerciale al Banco di Sicilia, a Palermo, dove rimase fino al 2006 – racconta la moglie -. Era una persona di grande compagnia, un uomo divertente, la sua presenza allietava tutti quelli che gli stavano accanto».

Tina racconta la loro meravigliosa unione, durata 53 anni e la gioia data dalla nascita dei due figli Erika e Davide. «Per mio marito la famiglia veniva prima di tutto. Inoltre amava i viaggi, la lettura, la musica e star bene a 360 gradi. Le piccole cose della quotidianità erano quelle che lo facevano più felice».

Lorenzo Sartorio e Rino Setti, amici al tempo del liceo Melloni e successivamente colleghi alla Cassa, lo ricordano come un uomo schietto, leale, disponibile con i colleghi, dotato di grandi capacità.

«La sua allegria era contagiosa – affermano commossi -. Non possiamo credere che sia scomparso in così poco tempo. Era un uomo forte e aveva ancora tanto da dare. Esprimiamo profondo cordoglio alla famiglia», concludono addolorati. Chi lo ricorda è anche Fabrizio Ampollini, già direttore generale della Cassa.

«Abbiamo vissuto insieme, dall’inizio, l’”avventura” della Cassa e l’abbiamo condivisa, fino in fondo, per diverso tempo, con grande rispetto reciproco. Ho sempre apprezzato la grande professionalità di Gino Passerini, il suo dedicarsi al lavoro, l’essere disponibile con tutti. Voglio poi sottolineare le sue qualità: era un uomo dalla grande umanità, spontaneità e simpatia che spesso usava per superare i momenti difficili, trovando sempre le giuste soluzioni».

I funerali avranno luogo oggi alle 8,45 partendo dalle sale del Commiato Cof in viale Villetta per la chiesa di Maria Immacolata, proseguendo per il Tempio di Valera.

 

ISABELLA SPAGNOLI Amava la musica lirica, andare con la moglie Tina al Teatro Regio, assistere agli appuntamenti del Festival Verdiano che lo emozionavano tanto. Era sensibile al bello, Gino Passerini, che si è spento a soli 71 anni, a causa un...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal