Sei in Gweb+

BASSA

Sissa Trecasali, dopo l'emergenza Covid scoppia la polemica

02 agosto 2020, 05:02

Sissa Trecasali, dopo l'emergenza Covid scoppia la polemica

MICHELE DEROMA

SISSA TRECASALI Tempo di bilanci, ma anche di polemiche, nel consiglio comunale di Sissa Trecasali, dove si è tornato a discutere dell’emergenza coronavirus, nonostante la sua fase più acuta sia ormai conclusa. L’assessore al Sociale, Tiziana Tridente, ha infatti letto la propria relazione in cui sono state ricordate «tutte le azioni messe in campo per cercare di far fronte al periodo di forte angoscia ed emergenza, che continuiamo ora a subire seppur con celata normalità», ringraziando «i vari volontari che hanno donato il loro tempo e la loro gentilezza a chi ne ha avuto bisogno: Protezione civile, Caritas, i giovani dell’oratorio e del gruppo Officina, i sedici volontari impegnati tramite apposito progetto comunale e il personale operativo in prima linea, mi riferisco a carabinieri, Croce Rossa, polizia municipale, servizio sociale comunale, commercianti e tutti coloro che hanno donato mascherine e tute».

A favore degli anziani, è stata attivata una linea di ascolto telefonico per combattere la solitudine: sono stati consegnati su richiesta spesa, farmaci e pensione, oltre alla distribuzione domiciliare agli over 75enni di mascherine (di queste, tremila acquistate direttamente dal Comune) e agli ultra 65enni di una lettera informativa dedicata a come poter affrontare la pandemia. Per i giovani, la cooperativa Gruppo scuola ha realizzato attività virtuali destinate ai ragazzi di Officina, oltre a uno spazio di ascolto appositamente realizzato dal distretto di Fidenza, mentre specificatamente rivolta ai bambini è stata l’iniziativa «Caro virus ti scrivo». Ulteriori attività a beneficio della comunità sono state la distribuzione di buoni alimentari a complessivamente 184 famiglie del territorio, per una spesa complessiva di 43.320 euro (di cui 41.597 elargiti dallo Stato e 1.723 prelevati dal conto corrente comunale appositamente aperto) e la consegna di mascherine lavabili a 3.110 nuclei familiari.

«Abbiamo vissuto un evento eccezionale, che ha visto un impegno notevole da parte di tutti coloro che hanno agito, mentre per coloro che hanno scelto il silenzio o la non concretezza delle azioni per paura, la strada fin qui percorsa non può essere compresa fino in fondo», ha spiegato la Tridente, che ha infine rivolto un pensiero «a tutti gli operatori socio-sanitari, veri protagonisti di questa pandemia».

In merito, però, all’emergenza Covid, è tornato ad intervenire il gruppo di minoranza «Per un domani migliore», che tramite un’apposita interpellanza ha chiesto chiarimenti sui numeri di persone decedute e positive all’interno delle varie strutture per anziani presenti sul territorio comunale, «in seguito alla seduta del consiglio del 5 maggio, durante la quale è risultato difficile poter effettuare una verifica dei dati». Furioso il sindaco Nicola Bernardi, per il quale «fornire oggi i numeri non cambia nulla sulla sostanza dell’emergenza. Smettetela di alludere a eventuali responsabilità per una pandemia globale di portata allucinante», ha detto il primo cittadino agli esponenti di minoranza, ribadendo le risposte fornite nel corso della seduta consiliare dello scorso maggio.

 

MICHELE DEROMA SISSA TRECASALI Tempo di bilanci, ma anche di polemiche, nel consiglio comunale di Sissa Trecasali, dove si è tornato a discutere dell’emergenza coronavirus, nonostante la sua fase più acuta sia ormai conclusa. L’assessore al Sociale,...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal