Sei in Gweb+

Fornovo

Su un isolotto nel Taro in piena: salvato dai sommozzatori

05 agosto 2020, 05:05

Su un isolotto nel Taro in piena: salvato dai sommozzatori

DONATELLA CANALI

 

FORNOVO Solo su un isolotto, in mezzo al Taro ingrossato dalla pioggia.

E’ stato portato in salvo dal gruppo sommozzatori dei Vigili del Fuoco di Bologna, il giovane che l’altra sera, verso le 22, si è trovato «imprigionato» dalle acque del fiume, su un lembo di terra presente tra i due rami del Taro, proprio sotto il ponte Solferino, che collega Fornovo a Ramiola.

Accedendo al greto dall’area di parcheggio di piazza del mercato di Fornovo, i vigili hanno superato il primo tratto di fiume con il canotto, portandolo in salvo. Nonostante lo spavento, il giovane è apparso in buone condizioni. Non sono noti i motivi per i quali il ragazzo si trovasse in quel punto e in generale a spasso lungo il Taro, soprattutto in una giornata di maltempo come quella di lunedì.

Alcuni testimoni hanno detto di averlo visto nel greto fin dal pomeriggio, secondo alcuni in compagnia di altri coetanei, forse in cerca di avventura, nonostante per tutta la giornata si alternassero temporali a momenti di tregua. Pare che ad un certo punto il ragazzo si sia addormentato: quando si è svegliato, protetto dalla sua felpa con cappuccio rialzato, e ha scoperto che il fiume era in piena, condizione che, per quanto ridotta rispetto ad altri periodi, non gli è stato possibile mettersi in salvo sulle sponde si è quindi improvvisamente ritrovato «isolato», letteralmente.

Pare sia stato lui stesso a chiamare il 115. Dal ponte, oltre ai mezzi di soccorso e delle forze dell’ordine, hanno assistito al salvataggio anche tante persone che si trovavano a passare in quel momento.

Un’avventura a lieto fine che mobilitato una massiccia macchina dei soccorsi.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

SALUTE

Alito pesante? Non è solo questione d'igiene

Spazzolino, filo interdentale, colluttori devono essere un rito fin da piccoli Ma spesso l'alitosi è sintomo di malattie che vanno indagate: gola, reni,  fegato, polmoni, come affrontare il problema