Sei in Gweb+

COVID

Vacanze all'estero, 500 chiamate all'Ausl. Drive through a Parma e Vaio

15 agosto 2020, 05:08

Vacanze all'estero, 500 chiamate all'Ausl. Drive through a Parma e Vaio

Centinaia di telefonate, e-mail e richieste con messaggi sulla pagina Facebook istituzionale sono arrivate all’Ausl negli ultimi giorni da parmigiani in vacanza in Spagna, Grecia, Croazia e Malta. Chi rientra da questi Paesi ha l’obbligo di segnalarlo e di fare il tampone. Per questo l’Ausl allestirà le postazioni «drive through» lunedì e martedì a Parma e mercoledì a Fidenza. Se necessario, il servizio continuerà.

 

PIÙ DI 500 CHIAMATE

Sono oltre 500 i parmigiani all’estero che in questi giorni hanno contattato l’Ausl per sapere cosa fare al rientro. Le richieste arrivano in grandissima parte dai vacanzieri in Spagna e Grecia ma non manca chi è andato in Croazia e a Malta. Per chi dal 13 agosto rientra in Italia e ha soggiornato o è transitato in questi quattro Paesi nelle ultime due settimane, le nuove disposizioni di ministero della Salute e Regione Emilia-Romagna prevedono il tampone obbligatorio e la comunicazione del rientro al Dipartimento di sanità pubblica della propria Azienda sanitaria. Sempre che non si abbia fatto un test, con esito positivo, nelle 72 ore prima del rientro o all’arrivo in Italia.

Sono queste, in sintesi, le informazioni fornite a chi ha contattato i servizi Ausl di orientamento e relazione al cittadino, occupando spesso anche le due linee telefoniche del numero informativo del Dipartimento.

 

TORNA IL TAMPONE IN AUTO

«Premesso che non si hanno numeri certi su quanti parmigiani stiano tornando da queste destinazioni estere - fanno sapere dall’Ausl - al Dipartimento di sanità pubblica hanno allestito una postazione in grado di fare 30 tamponi all’ora, ad accesso libero e con modalità drive-through». Cioè si arriva con l’auto e si fa il tampone senza scendere.

«Siamo in grado di raddoppiare questa capacità di esecuzione test in base all’aumento di richieste che dovessimo riscontrare - spiegano al Dipartimento -. Ovviamente i tamponi vengono eseguiti esclusivamente a chi rientra da questi quattro Paesi e non presenta sintomi riconducibili al Covid-19». L’indirizzo per segnalare il rientro è quarantena_rientri_covid19@ausl.pr.it.

La postazione per i tamponi sarà disponibile in via Vasari 13 a Parma lunedì e martedì, dalle 14 alle 17. «Se necessario a tutti quelli che si presentano entro le 17 garantiremo comunque il tampone proseguendo anche dopo quell’ora», continuano i professionisti Ausl. Mercoledì 19 agosto sarà attiva quella di Fidenza, all’ospedale di Vaio, sempre dalle 14 alle 17, sempre con accesso libero e con modalità drive through. Un eventuale calendario successivo sarà deciso dall’Ausl in base alle richieste.

 

LA TESTIMONIANZA

Fra le centinaia di turisti che chiamano c’è una giovane parmigiana in rientro da una vacanza in Croazia, in nave. «Al porto di Ancona hanno già detto che non fanno i tamponi - spiega -. Ho chiamato allora il numero dell’Ausl dedicato al Covid: la sensazione è che stiano chiamando in tanti. L’operatrice mi ha detto che tra l’altro che saranno allestiti due tendoni in via Vasari per i prelievi. Mi ha detto che si stanno organizzando e immagino che un sacco di parmigiani sia di rientro da Grecia, Croazia e Spagna…».

r.c.