Sei in Gweb+

Appennino

Botte e minacce: lite fra vicini per i gatti

28 agosto 2020, 05:02

Botte e minacce: lite fra vicini per i gatti

VAL CENO Sarebbe finita con una querela - poi ritirata - l’ennesima lite tra vicini in una frazione montana del nostro Appennino. Motivo: questioni legate ai gatti. Da una parte Luisa (nome di fantasia), dall’altra Enrico (nome di fantasia), che risiede in un’abitazione confinante con quella di Luisa.

Nei giorni scorsi la signora si è recata nella casa dove è presente una colonia di felini. Inizialmente erano 13. Poi 10 sono stati sterilizzati e portati altrove: Luisa cercava i tre restanti per condurli dal veterinario per la sterilizzazione. Luisa però, stando alle sue affermazioni, ne ha trovato uno soltanto e ha chiesto quindi ad Enrico se sapesse dove fossero finiti gli altri due. Enrico, oltrepassati di un bel po' gli 80, probabilmente ha inteso male la domanda e avvicinandosi alla donna avrebbe iniziato, il condizionale è d’obbligo, ad offenderla verbalmente. Poi sarebbe passato alle maniere forti e avrebbe sferrato un calcio alla donna (causandole, si scoprirà, l’incrinatura di due costole). Non contento, ha riferito Luisa, l’uomo l’avrebbe minacciata («adesso vado in casa a prendere il fucile»). A questo punto Luisa, anche se dolorante per le percosse ricevute, ha raggiunto la propria auto per allontanarsi rapidamente e telefonare al 112 sollecitando l’intervento dei Carabinieri. Sul posto quindi è giunta una pattuglia dei Carabinieri che ha provveduto a prendere le generalità delle persone coinvolte raccogliendo testimonianze dell’accaduto.

Luisa ha poi raggiunto il Pronto soccorso dell’ospedale di Vaio per ricevere le cure del caso. Quindi ha presentato querela nei confronti dell’uomo che l’avrebbe aggredita presso la stazione dei Carabinieri di Vernasca. Questo perché il fatto è materialmente accaduto in territorio piacentino e di conseguenza tutta la pratica è stata inoltrata alla Procura di Piacenza. La querela, secondo quanto si è appreso in un secondo momento, sarebbe stata ritirata.

Da chiarire anche l'eventuale regolarità della posizione di Enrico in merito al possesso del fucile oggetto della minaccia nei confronti di Luisa. Sembra, a quanto si è appreso, che anche in passato si sarebbero state liti e discussioni accese a causa dei gatti.

M.Mor.

 

VAL CENO Sarebbe finita con una querela - poi ritirata - l’ennesima lite tra vicini in una frazione montana del nostro Appennino. Motivo: questioni legate ai gatti. Da una parte Luisa (nome di fantasia), dall’altra Enrico (nome di fantasia), che...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal