Sei in Gweb+

TRAVERSETOLO

«La Rondine» riapre ricordando i soci portati via dal Covid

30 agosto 2020, 05:01

«La Rondine» riapre ricordando i soci portati via dal Covid

MARIA CHIARA PEZZANI

TRAVERSETOLO - Un luogo dove le persone, e in particolare gli anziani, si sono sempre ritrovati per trascorrere il tempo insieme. Tra una partita a carte e l’altra e le tante attività organizzate, «La Rondine» è diventata la seconda casa per tante persone. E proprio nel circolo, nei mesi scorsi, il virus ha colpito con particolare violenza. Diversi soci si sono ammalati, alcuni fortunatamente ce l’hanno fatta, altri purtroppo no. Il Covid si è portato via la vita di sei amici, tra i frequentatori più assidui: Enzo Sassi, Cesarino Villa, Luisa Riva, Maria Garavaldi, Luigi Ragionieri e Fernanda Bazzani. Venerdì pomeriggio «La Rondine» ha riaperto le porte della propria sede a Traversetolo, ma il ricordo di questi mesi è indelebile, così come i volti delle persone che non ci sono più. E allora la riapertura è stata l’occasione per un momento di ricordo per tutti gli amici che sono scomparsi. Una ripartenza alla presenza dei vertici del circolo, del sindaco di Traversetolo Simone Dall’Orto, dell’assessore ai Servizi sociali e volontariato, Laura Mattioli, e del parroco di Traversetolo, don Giancarlo Reverberi. Durante la piccola cerimonia, molto sentita e partecipata, è stata inaugurata la targa voluta per mantenere viva la memoria degli amici che sono mancati. «Abbiamo pensato di creare questa piccola targa con i nomi dei soci che sono scomparsi - racconta la presidente Marta Coruzzi -. Erano i primi ad arrivare e gli ultimi ad andarsene, alla chiusura. Uno di loro stava anche dietro al bancone. È un piccolo gesto per ricordarli, un pensiero e un riguardo nei confronti dei loro familiari, ma anche per noi, che ogni volta che varcheremo la porta ci sembrerà di vederli lì ad aspettarci, pronti per una partita a carte». «In questo luogo che ha una funzione sociale rilevante, si integra con i servizi per la comunità ed è un punto di aggregazione importante per il territorio, il Covid ha colpito duramente - commenta il sindaco Dall’Orto -. Ho accettato l’invito a partecipare alla riapertura per ricordare coloro che purtroppo sono scomparsi e per l’ammirevole spinta e voglia che i soci del circolo hanno di ricominciare, anche con la volontà di proseguire pensando a chi non c’è più. Auguro a tutti che le attività possano ripartire bene - conclude - sperando che si possa tornare presto alla normalità».

Il circolo è stato riaperto adeguandosi a tutte le regole previste dalla normativa anti-Covid, come i percorsi differenziati e le distanze tra i tavoli, per la sicurezza di tutti i suoi frequentatori.

 

MARIA CHIARA PEZZANI TRAVERSETOLO - Un luogo dove le persone, e in particolare gli anziani, si sono sempre ritrovati per trascorrere il tempo insieme. Tra una partita a carte e l’altra e le tante attività organizzate, «La Rondine» è diventata la...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal