Sei in Gweb+

Scuola

Oggi sui banchi le «avanguardie» di Ulivi e Bertolucci

01 settembre 2020, 05:08

Oggi sui banchi le «avanguardie» di Ulivi e Bertolucci

VITTORIO ROTOLO

La prima campanella del nuovo anno scolastico, nella nostra città, suonerà questa mattina, per gli studenti delle classi quadriennali del liceo scientifico Ulivi e delle altre ad indirizzo sportivo del liceo Bertolucci.

Il 1° settembre 2020 è dunque destinata a diventare una data «storica», perché - escludendo gli esami di maturità - segna di fatto il ritorno tra i banchi, a distanza di sei mesi dalla sospensione delle lezioni «in presenza» a causa dell’emergenza sanitaria.

Sia l’Ulivi che il Bertolucci si presenteranno all’appuntamento con una veste rinnovata: gli spazi sono stati riorganizzati e adeguati in funzione delle linee guida fornite per limitare la diffusione del contagio. Prima regola, il distanziamento sociale. «D’accordo con il nostro Covid Manager, una figura da noi appositamente nominata, abbiamo predisposto per ogni aula un piano-banchi» afferma Giovanni Brunazzi, dirigente scolastico dell'Ulivi. «Ci siamo orientati verso una sorta di combinato disposto che tenesse conto certamente della distanza di un metro tra le bocche degli studenti, ma al tempo stesso pure del rispetto delle altre norme di sicurezza, come quelle relative ad incendi e terremoti. Bisognava trovare una soluzione che non pregiudicasse le vie di fuga. E ci siamo riusciti».

Via le cattedre, che sarebbero risultate troppo ingombranti: la postazione del docente è ora caratterizzata da «normali» tavolini che garantiscono, pure in questo caso, il mantenimento della distanza con la prima fila di banchi degli studenti. Che sono monoposto. «La Provincia ne ha messi a nostra disposizione 170, di dimensione 70x50 cm. Adesso aspettiamo gli altri, dallo Stato» fa notare il preside dell’Ulivi.

«In corrispondenza di ciascun banco – prosegue - sono stati collocati a terra quattro adesivi di colore rosso, per permettere ai ragazzi di avere sempre un riferimento visivo sulla corretta posizione da mantenere. Gli investimenti realizzati? Tutto è stato coperto con i fondi ministeriali e della Provincia». Quest’oggi l’Ulivi accoglierà una settantina di studenti delle tre classi quadriennali ed altri 180 alle prese invece con i corsi di recupero. Gli ingressi saranno differenziati. «Utilizzeremo infatti il portone principale, quello posteriore e i due laterali» spiega Brunazzi.

Al Bertolucci, i corsi di recupero prenderanno il via a partire da domani, mentre questa mattina faranno il proprio ingresso i 75 studenti delle tre classi a indirizzo sportivo. «Sono state settimane intense durante le quali nessuno di noi si è risparmiato, lavorando alacremente» racconta il dirigente scolastico Aluisi Tosolini. «Il primo giorno di scuola, è nostra consuetudine dare vita a una piccola cerimonia di accoglienza. Per evitare assembramenti, domani (oggi per chi legge, ndr) potremo farlo solo con la prima del quadriennale. Ma ci teniamo: per i ragazzi, crediamo possa essere un bel segnale. Dove sussistevano problemi di capienza di comune accordo con la Provincia abbiamo trovato le opportune soluzioni: tre classi del liceo musicale, ad esempio, saranno spostate al Melloni. Per quanto riguarda il nostro istituto abbiamo reso gli spazi più sicuri, con interventi mirati a garantire il distanziamento sociale all’interno delle aule, e anche più belli, attraverso il tinteggio delle pareti di ogni piano. Siamo pronti».

 

VITTORIO ROTOLO La prima campanella del nuovo anno scolastico, nella nostra città, suonerà questa mattina, per gli studenti delle classi quadriennali del liceo scientifico Ulivi e delle altre ad indirizzo sportivo del liceo Bertolucci. Il 1°...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal