Sei in Gweb+

Fornovo

Addio a Gabriella Filippelli, la «Bionda» del volontariato

14 settembre 2020, 05:03

Addio a Gabriella Filippelli, la «Bionda» del volontariato

FORNOVO Si sono tenuti ieri pomeriggio, con una grande partecipazione ed il cordoglio di amici e concittadini che si sono stretti attorno ai famigliari, i funerali di Gabriella Filippelli, scomparsa all’età di 78 anni. Per tutti i fornovesi era «La Bionda» e così ha voluto farsi ricordare nel suo necrologio, che avrebbe potuto riassumersi anche in una frase: «Gabriella, un vita per gli altri», non solo per la famiglia, per il marito Dino Gardelli e per l’adorata figlia Natascia, ma per tutti.

Sotto un’impeccabile e riconoscibile capigliatura biondo platino si muoveva infatti un’infaticabile volontaria, che ha donato alla comunità e a tanti ammalati oltre quarant’anni di impegno quotidiano, dedizione, sostegno. La sua carriera nel mondo del volontariato fornovese era iniziata con il complesso bandistico fornovese, seguendo il gruppo dei mini ballerini, del quale faceva parte anche la figlia: solo l’inizio di tanti anni di soddisfazioni, iniziative, uscite, spettacoli con un gruppo affiatato che Gabriella considerava una famiglia, al quale è rimasta sempre affettivamente legata.

Nei primi anni Ottanta Gabriella è entrata a far parte di un’altra famiglia, quella dell’Assistenza Pubblica fornovese: è stata una veterana del soccorso, prestando servizio per oltre vent’anni. Nella Croce Verde aveva fatto parte del consiglio con diversi incarichi, come responsabile dei servizi, coordinatore, vicepresidente: ruoli che corrispondevano a molte ore di presenza e di turni, di viaggi ordinari e urgenze, in anni in cui l’associazione stava crescendo, con l’obiettivo di accrescere il numero delle ambulanze, dei servizi e di costruire una nuova sede.

Oltre al soccorso, all’interno dell’Ap Gabriella non mancava di seguire le attività ricreative: con il consiglio dell’epoca iniziarono infatti ad organizzarsi gite e soggiorni per i militi e le loro famiglie, uno su tutti, che è diventato un vero e classico per generazioni di fornovesi che anche oggi è riproposto: la settimana bianca a Motta, in val Chiavenna. Non soltanto un’occasione per sciare ma giornate di divertimento con tornei, feste e giochi, che vedevano «la bionda» sempre in prima linea, nell’organizzazione del tempo libero, dagli inizi ad oggi.

Dopo l’uscita dalla Croce Verde, il volontariato di Gabriella è continuato sia con le attività ricreative, all’interno del direttivo della Pro loco, sia in campo socio-sanitario, all’ospedale Maggiore di Parma, dove per anni ha prestato servizio con Avo, l’associazione volontari ospedalieri che aiuta i malati, offrendo loro amicizia, sostegno, condivisione. Il sito dell’Avo Parma ritrae proprio Gabriella nella sua home page, nel camice bianco che sempre indossava durante il servizio. Il riconoscimento di una volontaria esemplare, dalla chioma bionda, che anche in queste settimane di malattia aveva la voglia di guarire, per tornare ad assistere il prossimo.

Do.C.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA