Sei in Gweb+

MOBILITÀ

Monopattini: 3.800 viaggi al giorno ma poca disciplina

24 settembre 2020, 05:04

Monopattini: 3.800 viaggi al giorno ma poca disciplina

ANDREA VIOLI

I monopattini piacciono ai parmigiani, in bilico fra utilità, curiosità e divertimento. Nella settimana dal 14 al 20 settembre sono stati usati 27.160 volte. Una media di 3.880 viaggi al giorno. In realtà le cifre variano, con picchi lunedì, venerdì e sabato.

Ma a quanto pare l’apprezzamento va di pari passo con la scarsa disciplina. Capita di vedere monopattini «di coppia», minorenni senza casco (nonostante l’obbligo) o adulti con un bambino (nonostante il divieto). Vietato anche caricare animali domestici.

D’altronde ogni novità ha bisogno di essere rodata e non è un caso che sia iniziata una serie di giornate informative, con tanto di «prova su strada». Iniziative che i tre gestori dei monopattini «free floating» - Bit Mobility, Wind Mobility e Helbiz - sono comunque tenuti a fare, in base al bando del Comune.

Un aspetto importante: il monopattino è come una bicicletta e non può circolare ovunque in modo anarchico.

MONOPATTINI E MULTE

«La classificazione di questi veicoli? È come se fossero delle bici - ricorda il comandante della polizia municipale Roberto Riva Cambrino -. Ad esempio i minori devono avere il casco, nelle ore notturne bisogna indossare il giubbotto, se c’è la pista ciclabile bisogna usarla e non è possibile salirvi in due. Fra i comportamenti inadeguati che riscontriamo più spesso c’è il trasporto di passeggeri. Un adulto con un bambino l’abbiamo sanzionato di recente, così come due ragazzini. Ci sono ragazzi che indossano il casco, ma tanti girano ancora senza. Da parte nostra l’attenzione è massima. Sono stati introdotti 900 strumenti di circolazione: questo ha portato un vento di novità positivo, anche se ci sono state scorrettezze nell’utilizzo e nel parcheggio».

Un minorenne che viaggi senza casco rischia da 50 a 200 euro di multa (con le riduzioni a 35 euro se si paga entro cinque giorni). Lo stesso se una persona che circola di sera senza giubbotto riflettente. A proposito: senza luce anteriore accesa di sera si rischia di pagare da 100 a 400 euro.

PIÙ REGOLE PER I MINORI

Quanto ai minorenni, a Parma i tre gestori hanno introdotto limitazioni in più. Come riferito sul sito di Infomobility, per i monopattini di Bit Mobility e Helbiz, oltre all'età minima di 14 anni, i minori devono avere anche il patentino Am dei ciclomotori; Wind invece ammette soltanto utenti maggiorenni. Il casco è obbligatorio fino a 18 anni ma è consigliato anche per gli adulti.

PARCHEGGI SELVAGGI

I parcheggi «selvaggi» dei monopattini hanno creato un vivace dibattito, con tante segnalazioni anche al sito della Gazzetta. Ma al di là delle opinioni, quand’è che un parcheggio è «selvaggio» con un monopattino? Ritorna il parallelo con le bici. «Non bisogna occupare gli spazi riservati ai disabili e quelli a pagamento - spiega il comandante -. Il monopattino nel parcheggio per le moto? No, perché quel posto è destinato a un’altra utenza di veicoli. Sui marciapiedi è vietato circolare». E se lo parcheggio lì? «L’importante è non intralciare, lasciando lo spazio sufficiente per far passare anche una persona in sedia a rotelle o una mamma con il passeggino». Insomma, no ai monopattini lasciati di traverso sui marciapiedi.

ABBANDONATI? A VOLTE NO

Nel turbolento dibattito che divide i parmigiani fra innocentisti e colpevolisti, c’è chi parla di «monopattini abbandonati». L’assessore alla Mobilità Tiziana Benassi ribadisce l’appello a usarli rispettando normative e buona educazione ma ricorda che è nella natura del servizio poter parcheggiarli in tutta la città: «Il servizio free floating è così. Durante il giorno c’è un flusso libero e si possono trovare i monopattini vicino a casa; alla sera gli addetti li ridistribuiscono in alcune posizioni. Ovviamente devono essere parcheggiati in modo intelligente e conformemente al Codice della strada però i monopattini non sono abbandonati. Se posteggiati bene, è come veder parcheggiate un’auto o una moto».

 

ANDREA VIOLI I monopattini piacciono ai parmigiani, in bilico fra utilità, curiosità e divertimento. Nella settimana dal 14 al 20 settembre sono stati usati 27.160 volte. Una media di 3.880 viaggi al giorno. In realtà le cifre variano, con picchi...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal