Sei in Gweb+

Sovraindebitamento

Ha 180mila euro di debiti: salderà con lo sconto dell'80%

25 settembre 2020, 05:04

Ha 180mila euro di debiti: salderà con lo sconto dell'80%

Troppo giovane per limitarsi a vivere senza lavorare, dopo la pensione a 58 anni, a 59 anni decise di aprire uno studio da geometra e dedicarsi alla libera professione. Era il 2004: lui non poteva saperlo, ma di lì a poco sarebbe incappato nella crisi dell'edilizia seguita al crac globale del 2008. I problemi finanziari di un 75enne residente a Trento, ma con studio e vita a Parma risalgono ad allora. Da quel momento in poi fu un saliscendi, con poche riprese (grazie soprattutto alla solidarietà degli ex colleghi dell'azienda parmigiana della quale era stato dipendente) e tante perdite di quota, nonostante l'impegno e la costante ricerca di lavoro, anche a prezzi stracciati. Lavoro al quale, specie in tempo di crisi, non sempre corrisponde un compenso. Così, il professionista arrivò ad accumulare 180mila euro di debiti. Una cifra sempre più destinata a crescere.

Ora, il tribunale di Trento, su richiesta degli avvocati Claudio Defilippi e Franco Varesi, ha accettato di applicare la legge sul sovraindebitamento: grazie alla liquidazione patrimoniale, il 75enne sarà tenuto a restituire solo il 20 per cento del totale di quella somma dovuta a una decina di finanziarie (e in minima parte a Equitalia). È stato lo stesso geometra a proporre che dai dei 1750 euro di pensione percepiti ogni mese e per quattro anni siano trattenuti 750 euro, anziché il classico quinto. Inoltre, verrà venduta l'auto acquistata in leasing dal professionista. «Poi, dopo quattro anni di "purgatorio" - sottolinea Defilippi - vengono meno anche le segnalazioni».

«La liquidazione patrimoniale - prosegue il legale - è una pratica consentita dalla legge per chi percepisce una pensione o uno stipendio. Costituisce una scorciatoia per liberarsi di tutti i debiti con un'enorme riduzione: oltre che con le banche e le finanziarie, anche con Equitalia. Inoltre, permette di bloccare anche eventuali pignoramenti mobiliari e immobiliari».

r.l.