Sei in Gweb+

Lutto

Mario Ponzi, il maestro dei giovani agricoltori: il ricordo delle figlie

25 settembre 2020, 05:06

Mario Ponzi, il maestro dei giovani agricoltori: il ricordo delle figlie

MARA VAROLI

 

Mario Ponzi riposerà nel cimitero di Felino, accanto alla moglie Lucilla. Settantacinque anni, era nato a Tordenaso il 27 agosto del 1945 e nel '53 si era trasferito con la famiglia a Panocchia nel podere Superiora. Già da ragazzo aveva iniziato a lavorare la terra con il papà Armando e i fratelli Adelmo, Paolo, purtroppo scomparsi, e Alberto. Nel tempo Mario Ponzi, grazie anche all'adorata moglie Lucilla, che è venuta a mancare nel 2006, ha fatto crescere il suo podere, tant'è che oggi conta 280 ettari di terreno con la coltivazione di cereali e pomodoro e una stalla con 400 capi. Dal matrimonio con Lucilla, Mario Ponzi ha avuto tre figlie: Simona, Manuela e Silvia, le stesse che oggi portano avanti il podere Superiora, mettendo in pratica ogni giorno i grandi insegnamenti paterni.

«Nostro padre era una persona intraprendente, decisa, che dava tanto ma che pretendeva altrettanto - confessano le figlie -. Sapeva darti l'input, ma poi ti lasciava libero di agire, sempre però pretendendo il raggiungimento dei risultati. Nostro padre aveva poi tanta fiducia nei giovani, così anche tra i collaboratori, i dipendenti e gli stagionali, proprio perché nei giovani vedeva il futuro. Per i nipoti poi aveva un amore che davvero andava oltre tutto».

Famiglia e lavoro, queste le grandi passioni di Mario Ponzi: «Alla mattina si alzava presto - continuano le figlie - e faceva il giro per l'azienda agricola per controllare la situazione. In questo modo organizzava la giornata di lavoro per tutti: era un bravo manager aziendale. Ed era molto lungimirante sugli acquisti da programmare: era capace di scelte giuste al momento giusto e questa è una dote non comune. Insomma, sapeva guardare lontano. Per nostro padre la famiglia era sacra, così ha trasmesso a tutti noi questo grande rispetto. Ci diceva sempre: "Solo se rimanete uniti si va avanti". I suoi insegnamenti hanno fatto crescere noi, ma anche tanti altri giovani che gli sono stati vicini, come ci hanno testimoniato in questo momento di dolore. E non perdeva l'occasione per valorizzare le capacità di ognuno». Ecco perché oggi viene a mancare un vero pilastro nell'azienda agricola di Panocchia, senza però dimenticare che quei valori che Mario Ponzi ha trasmesso alla «grande famiglia» del podere Superiora rimarranno per sempre.

 

MARA VAROLI Mario Ponzi riposerà nel cimitero di Felino, accanto alla moglie Lucilla. Settantacinque anni, era nato a Tordenaso il 27 agosto del 1945 e nel '53 si era trasferito con la famiglia a Panocchia nel podere Superiora. Già da ragazzo...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal