Sei in Gweb+

Condanna

Il marketing del pusher con i «biglietti da visita»

26 settembre 2020, 05:07

Il marketing del pusher con i «biglietti da visita»

Un pusher con velleità di marketing, a suo modo: usava i biglietti usati del bus per scriverci il suo numero di telefono e li distribuiva ai «clienti», invitandoli a contattarlo per consegne a domicilio. Anche questo - oltre a 30 grammi di hashish e 170 euro in contanti - è saltato fuori dalla perquisizione che i carabinieri del reparto operativo hanno eseguito su un nigeriano di 26 anni. Il giovane è stato fermato giovedì pomeriggio in via Venezia nel corso di un pattugliamento degli uomini dell'Arma, che avevano notato movimenti sospetti. Alla vista dei carabinieri, il giovane è scappato rifugiandosi in un bar delle vicinanze, dove è stato bloccato. Il nigeriano, già destinatario di un decreto di espulsione del prefetto di Parma, è stato arrestato per spaccio e immigrazione irregolare e trattenuto nella caserma di strada delle Fonderie. Ieri mattina il giudizio per direttissima. l'arresto è stato convalidato e l'extracomunitario (che abita a Fornovo) è stato sottoposto all'obbligo quotidiano di firma in caserma.

r.c.

Un pusher con velleità di marketing, a suo modo: usava i biglietti usati del bus per scriverci il suo numero di telefono e li distribuiva ai «clienti», invitandoli a contattarlo per consegne a domicilio. Anche questo - oltre a 30 grammi di hashish e...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal