Sei in Gweb+

Montagna

«Funghi sequestrati: perché non darli in beneficenza?»

27 settembre 2020, 05:08

«Funghi sequestrati: perché non darli in beneficenza?»

FRANCO BRUGNOLI

BORGOTARO - Fa discutere anche sui social, la destinazione finale dei funghi sequestrati dai Carabinieri Forestali e confiscati, in seconda battuta, dalle Unioni dei Comuni, le quali hanno la possibilità di comportarsi come meglio credono. Ad esempio, l’Unione Taro-Ceno, non può effettuare alcuna attività commerciale, per cui non può né venderli, né donarli, per ragioni strettamente sanitarie e di conservazione, per cui i funghi vengono interamente distrutti. Mentre, a Langhirano, l’«Unione» Parma Est ha deciso invece di venderli e, con l’intero ricavato, provvede ad effettuare migliorìe boschive, di viabilità, cartellonistica e così via. Anche questa ci pare una soluzione valida.

In Veneto, i funghi, soggetti a sequestro amministrativo, vengono interamente dati in beneficenza. Su questo tema abbiamo sentito anche un rappresentante della «Caritas» locale, Monsignor Angelo Busi: «Secondo me, nel pieno rispetto di ogni tipo di regolamento, se si potesse destinare questi funghi (che sono perfettamente buoni e sani) in beneficenza, magari all’«Emporio Solidale», destinato alle famiglie in difficoltà, sarebbe sicuramente una bella cosa». Infine un altro dubbio: perché i funghi vengono sequestrati? Lo abbiamo chiesto al Presidente del Consorzio di tutela del Fungo Igp di Borgotaro, il professor Roberto Dellapina: «Sì, in effetti, - ha spiegato - c’è un po’ di confusione: qui, i funghi secchi e le frodi, non c’entrano nulla. In questo ultimo caso, parliamo solo di funghi porcini freschi, della migliore qualità, che vengono sequestrati a coloro che non hanno rispettato i limiti di raccolta (attualmente, il massimo è di 3 chilogrammi), oppure vengono confiscati, in quanto il cercatore (al di là della quantità raccolta), non è munito del previsto permesso per l’accesso ai boschi». Quindi non vige alcuna uniformità operativa: ogni funzionario di ciascun ente, decide secondo il luogo e la situazione.

 

FRANCO BRUGNOLI BORGOTARO - Fa discutere anche sui social, la destinazione finale dei funghi sequestrati dai Carabinieri Forestali e confiscati, in seconda battuta, dalle Unioni dei Comuni, le quali hanno la possibilità di comportarsi come meglio...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal