Sei in Gweb+

RICORDO

Salso Calcio, il presidente Gerini e quella magica trasferta in Brasile

29 settembre 2020, 05:03

Salso Calcio, il presidente Gerini e quella magica trasferta in Brasile

Sono passati trent’anni dalla scomparsa, avvenuta nel settembre del 1990, di un amico della città termale, Giovanni Gerini, per tutti il «cavaliere», dal 1977 al 1985 presidente del Salsomaggiore Calcio che proprio in quel periodo conobbe i suoi anni migliori culminati con la trasferta in Brasile, nel 1983, come premio per aver sfiorato la serie D.

Gerini ha lasciato un amabile ricordo di sé in tante persone ed altrettanti settori della nostra comunità che hanno avuto modo di recepire i suoi gesti di spontaneo ed istintivo altruismo, a volte anche celati e dettati solamente dalla sua convinzione più sincera di aiutare e rendere felice qualcuno.

Il maestro Corrado Lamur, recentemente scomparso, giornalista ed educatore di tanti giovani salsesi, amava ricordarne spesso il calore umano, la personalità prorompente e ricca di sano entusiasmo, così come belle parole furono spese da Giovanni Baggio, presidente della Confederazione boccistica internazionale, cui Gerini era approdato dopo i trascorsi alla guida della locale società bocciofila salsese: «Uomo di grande esperienza e sensibilità, votato al totale idealismo e alla purezza in ogni gesto di benevolenza e cordiale sostegno; il rapporto personale più affascinante della mia vita».

«Un grande presidente, ma anche un grande uomo, animo nobile, sensibile e generoso – lo ricorda Giancarlo Rocca, che proprio il cavaliere aveva fortemente voluto sulla panchina gialloblù – con il suo carisma ed il suo carattere forte ma al tempo stesso caloroso e spontaneo, riusciva a coinvolgere tutti e a farsi portatore delle sue idee, delle sue speranze, dei suoi sogni. Uno di questi, la serie D, è sfortunatamente sfuggito per un soffio, l’altro, quello promesso come favoloso premio per questo traguardo, è stato ugualmente trasformato dal suo grande cuore e dai suoi sentimenti in incredibile realtà, quel Brasile vissuto da Rio a Brasilia e San Paolo in quindici giorni inimmaginabili».

Questi attestati di stima e di affetto a distanza di tanti anni, unitamente alla intitolazione della palestra del centro sportivo comunale, inducono a credere, dunque, che il ricordo del «cavaliere» non svanirà ma resterà sicuramente in dote come pagina indelebile della storia locale.

r.c.

 

Sono passati trent’anni dalla scomparsa, avvenuta nel settembre del 1990, di un amico della città termale, Giovanni Gerini, per tutti il «cavaliere», dal 1977 al 1985 presidente del Salsomaggiore Calcio che proprio in quel periodo conobbe i suoi anni...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal