Sei in Gweb+

TRUFFA

7000 euro per i riti contro il malocchio: cartomante patteggia 6 mesi

30 settembre 2020, 05:02

7000 euro per i riti contro il malocchio: cartomante patteggia 6 mesi

GEORGIA AZZALI

L’amore perduto. E la cartomante che sa come propiziare il ritorno dell’uomo del cuore. Ci aveva creduto Giovanna, affranta dopo l’abbandono. Lei, poi, la donna dei tarocchi e dei miracoli aveva saputo giocarle bene le sue carte: un annuncio su un sito online in cui offriva consulti gratuiti alle anime in difficoltà. Gratis, certo, il primo colloquio, perché poi bisognava pagare i riti che avrebbero fatto rinsavire l'amato convincendolo a tornare sui suoi passi. E Giovanna ha pagato: 7000 euro nel giro di sette mesi, tra il giugno 2015 e l'inizio del 2016. Ha sborsato fino all'ultimo centesimo dei suoi risparmi, finché si è decisa a denunciare. E ieri la cartomante - 40 anni, torinese - dopo l'accordo della difesa con il pm Massimiliano Sicilia, ha patteggiato 6 mesi (pena sospesa) per truffa.

Brava nel far abboccare i clienti. Aveva scelto un sito dedicato al mondo femminile, dove è possibile abbeverarsi di tutto un po': moda, bellezza, tendenze e astrologia, naturalmente. Un giro di tarocchi senza impegno (economico), questo l'annuncio postato sul forum. E Giovanna, parmigiana, 41 anni, non aveva perso tempo a chiamarla, ma anche la maga, alla fine del giro di carte, era stata velocissima nel dire che solo un rito avrebbe potuto far tornare il compagno. «Non credo a queste cose, lasciamo perdere», si era sentita subito rispondere l'indovina.

Ma in quel periodo aveva bisogno di aggrapparsi a tutto, Giovanna. Anche alle illusioni, agli inganni più smaccati. Così, poco dopo, aveva richiamato la cartomante ed era stata rassicurata: il compagno sarebbe tornato, perché il rito aveva ottime possibilità di riuscita, bastava «solo» sborsare 500 euro. Detto fatto. Perché Giovanna fece subito un bonifico sulla carta postepay che le venne indicata.

Il primo di una lunga serie. Qualche giorno dopo, infatti, la cartomante aveva richiamato Giovanna: «Sai, Paolo (nome di fantasia), è avvolto da un'aura di negatività, forse è vittima di magia nera, per cui serve altro lavoro», le aveva sibilato. Altri soldi: per comprare sale, piante officinali e stramberie varie per celebrare nuovi riti. E Giovanna aveva continuato a pagare, anche se l'amore non era tornato, ma d'altra parte i risultati si sarebbero visti solo alla fine del rito: parola di maga.

Quando poi Giovanna aveva cominciato a obiettare a quelle continue richieste di denaro, lei aveva saputo far leva anche sul vittimismo: le aveva detto di avere mille problemi con il marito, due figlie da mantenere e d'altra parte ciò che stava facendo era solo per il suo bene. Era riuscita perfino a farsi prestare un po' di denaro (mai restituiti) da Giovanna, che a sua volta nell'ultimo periodo aveva dovuto chiedere soldi ad alcuni amici per continuare a pagare.

Eppure per mesi Giovanna non è riuscita ad affrancarsi. Perché la cartomante sapeva toccare le corde giuste della sua vulnerabilità. Fino al febbraio 2016, quando le aveva chiesto altri 250 euro, però ormai sul conto di Giovanna non c'erano nemmeno più le briciole. Ma poi le erano serviti altri sette mesi per raccogliere le forze e superare il senso di vergogna prima di denunciare.

 

GEORGIA AZZALI L’amore perduto. E la cartomante che sa come propiziare il ritorno dell’uomo del cuore. Ci aveva creduto Giovanna, affranta dopo l’abbandono. Lei, poi, la donna dei tarocchi e dei miracoli aveva saputo giocarle bene le sue carte:...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal