Sei in Gweb+

intervista

Flavio «Jimmy» Ugolotti, «I miei 50 anni da segretario nel calcio parmense»

30 settembre 2020, 05:01

Flavio «Jimmy» Ugolotti, «I miei 50 anni da segretario nel calcio parmense»

MARCO BERNARDINI

Una vita da segretario nel calcio dilettantistico parmense. Flavio Jimmy Ugolotti ha festeggiato le personali nozze d’oro: cinquant’anni, dal 1970 ad oggi, a gestire carte e documenti prima al Corcagnano, passando attraverso le fusioni con Vigatto, Giovane Italia e Marzolara, poi dal 2003 al Carignano, ormai diventata la sua seconda famiglia.

Ha iniziato quando aveva 22 anni e ora a 72 non sembra accusare il record di longevità.

«È la mia passione, mi diverto», racconta Ugolotti, da tutti conosciuto semplicemente come «Jimmy», un soprannome «che mi è stato affibbiato da giovane ai tempi della scuola».

Le mansioni non sono più le stesse di qualche decennio fa. «Compilavo tutti i cartellini a mano e li portavo in Federazione per farli timbrare. Adesso nell’era della digitalizzazione le pratiche si espletano tutte al computer, così mi occupo della biglietteria e di affiggere i manifesti».

E dire che iniziò quasi tutto per gioco nel neonato Corcagnano.

«Ci siamo ritrovati in un gruppo di amici del paese senza avere il campo, il primo anno abbiamo giocato a Carignano. Indimenticabili le vittorie nei campionati di Terza subito dopo la fusione con gli amatori del Vigatto e nel 1980».

Nessun dubbio sulla partita preferita, vissuta da avversario della sua attuale squadra. «Derby col Carignano, giocavamo a Vigatto e a fine primo tempo eravamo sotto 3-0 poi alla fine abbiamo vinto per 4-3. Alla fine l’allora ds del Carignano, Cesare Balestrazzi, si fermò in macchina in mezzo alla strada nel breve tratto che separa le due frazioni. Era talmente scosso che non sapeva più dove fosse...».

In epoca più recente ricorda volentieri «il salto in Eccellenza nel 2014, impensabile per una piccola realtà come Carignano, e gli 81 punti in Promozione nel 2016-17 a meno uno dal Pallavicino».

In mezzo il calcio di provincia ha subìto profonde trasformazioni. «Prima si giocava solo per passione e non per soldi, al Corcagnano in Terza avevamo dovuto vendere il nostro miglior calciatore, Alberto Azzali, al Lesignano per poterci iscrivere alla Terza. Negli ultimi anni la situazione è un po’ cambiata anche se la crisi derivante dall’emergenza Covid ci farà tornare coi piedi per terra».

Tante le persone incontrate in questi lunghi anni trascorsi sui campi. «A Vittorio Dodi (ex presidente del Carignano) mi legava una profonda amicizia, tra chi non c’è più mi piacerebbe menzionare anche Vincenzo Manara, allenatore del Corcagnano promosso in Seconda nel 1980, Don Giuseppe Fadani e il presidente del Team Carignano, Antonio Boschi, juventino come me. Poi sono molto affezionato all’attuale presidente Massimo Scottu, a Renato Giuffredi, uno dei fondatori del Corcagnano, e a Roberto Marcotti, che guidò il Carignano nella stagione dei record. Tra i calciatori dico Massimo Bertolotti, che ora fa il vice di Bazzarini, e Fabio Fiordelmondo».

E anche in Federazione si sono instaurati «a Parma rapporti di stima reciproca e collaborazione con i vari dirigenti: Luciano Benedini, Franco Varoli, che hanno scritto pagine importanti nella storia del Carignano, Maurizio Minetti, Ivano Zantei e Romano Martini».

E il suo futuro è ancora dietro la scrivania. «Finché mi diverto vado avanti però il Carignano sarà la mia ultima squadra. Qui mi trovo bene, è una società molto valida a livello giovanile, soprattutto, per merito di Dodi che ha costruito il sintetico attirando tanti ragazzi nel vivaio. Ha portato a Carignano me e Scottu, che sta dando continuità al lavoro del suo predecessore».

Due i sogni nel cassetto. «L’ammodernamento degli spogliatoi e la copertura delle tribune sempre che - conclude sorridendo - la società abbia i mezzi e le risorse necessarie».

MARCO BERNARDINI Una vita da segretario nel calcio dilettantistico parmense. Flavio Jimmy Ugolotti ha festeggiato le personali nozze d’oro: cinquant’anni, dal 1970 ad oggi, a gestire carte e documenti prima al Corcagnano, passando attraverso le...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal