Sei in Gweb+

Aeroporto Verdi

Nuovo passo avanti per il piano di rilancio

01 ottobre 2020, 05:06

Nuovo passo avanti per il piano di rilancio

LUCA PELAGATTI

 

Non è ancora il decollo tanto atteso. Ma è comunque un ulteriore scatto in avanti su una pista che pare essere sempre più scorrevole e in discesa.

E' arrivata nelle scorse ore, infatti, la notizia che il Comitato interministeriale per la programmazione economica nell'ultima seduta presieduta da Giuseppe Conte, ha approvato una serie di provvedimenti che proseguono nella strategia del Governo volta allo sviluppo delle infrastrutture. E una di queste decisioni riguarda proprio la nostra città e l'aeroporto «Verdi».

Nel dettaglio il Cipe ha espresso il proprio parere favorevole, dopo il pronunciamento del Nucleo di consulenza per la Regolazione dei Servizi di pubblica utilità, al contratto di programma siglato tra l'Enac e la Sogeap, ovvero la società di gestione del «Verdi».

Si tratta dell'ennesimo passaggio, dopo quelli già svolti tra l'altro in Regione e al ministero del Tesoro, che porterà finalmente alla realizzazione concreta del piano di rilancio dello scalo già in corso di sviluppo da alcuni anni.

In pratica tutte queste approvazioni dei vari enti e istituzioni fanno proseguire l'iter che ora prevede il passaggio alla Corte dei Conti per arrivare, nell'ultimo step di nuovo al ministero dei Trasporti, alla stesura del decreto che dovrà essere firmato dal ministro Paola De Micheli.

A quel punto si potranno fare partire gli interventi sulla pista e sulle strutture dell'aeroporto anche grazie alla somma di dodici milioni già stanziata e che renderà più funzionale e operativo lo scalo.

Certo, per vedere i mezzi meccanici all'opera e il «Verdi» cambiare volto occorrerà ancora un po' di tempo ma è comunque positivo constatare come questo complesso piano stia proseguendo il proprio percorso che è inserito nella più complessa strategia del governo che punta al rilancio delle infrastrutture nazionali e al piano complessivo di potenziamento della rete di trasporti di cui da tempo ormai lo scalo di Parma fa parte.

 

 

LUCA PELAGATTI Non è ancora il decollo tanto atteso. Ma è comunque un ulteriore scatto in avanti su una pista che pare essere sempre più scorrevole e in discesa. E' arrivata nelle scorse ore, infatti, la notizia che il Comitato interministeriale...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal