Sei in Gweb+

Priorato

Pulendo nel verde spunta il carro attrezzi rubato

di Chiara De Carli -

05 ottobre 2020, 05:05

Pulendo nel verde spunta il carro attrezzi rubato

FONTANELLATO - Sarà sicuramente indimenticabile l’edizione 2020 dell’iniziativa organizzata dal gruppo scout Parma Nord Ovest-Fontanellato 1 in collaborazione con il gruppo di Legambiente «Aironi del Po».

Sabato pomeriggio, come è ormai una bella consuetudine, una ventina di ragazzi, i volontari di Legambiente e Luca Avanzini, del Gruppo dei fotografi naturalistici che collaborano con gli «Aironi» alla gestione naturalistica dell’area, si sono presentati al campo pozzi di Priorato «armati» di guanti e sacchetti per dare il loro contributo «di braccia» alla pulizia dell’area naturalistica, presa troppo spesso di mira da incivili che approfittano della sua posizione decentrata per abbandonare rifiuti di ogni tipo nella fossaccia Scannabecco. E, alla partenza, probabilmente tutti immaginavano che la giornata si sarebbe conclusa con un «bottino» di grossi sacchi da portare in discarica e, al massimo, di recuperare una bicicletta arrugginita. Ma non è andata così.

Divise le aree di lavoro, all’interno di un boschetto fitto uno dei volontari ha notato uno specchietto retrovisore.

Cosa ci facesse lì era un vero mistero.

Ma avvicinatosi agli arbusti ha notato che poco distante, nascosto tra le foglie, c’era un carro attrezzi.

A quel punto è stato evidente che la giornata di pulizie aveva preso una piega inattesa e, riunito il gruppo, non è rimasto da fare che chiamare il 112. Sul posto sono arrivati i carabinieri di Fontanellato e di Fidenza che, con una breve ricerca, hanno verificato che il mezzo era stato rubato a Parma il 25 settembre scorso dalla concessionaria «Auto e Auto».

Avvisati i legittimi proprietari del ritrovamento, il carro attrezzi – che con tutta probabilità era stato nascosto per essere successivamente utilizzato in maniera illegale – è stato riportato sulla carreggiata e restituito alla ditta.