Sei in Gweb+

Fidenza Cremona

Treni soppressi, bus carichi e polemiche

05 ottobre 2020, 05:01

Treni soppressi, bus carichi e polemiche

PAOLO PANNI

BUSSETO - Di nuovo problemi, a causa dei treni soppressi, lungo la linea ferroviaria Fidenza – Cremona.

A farne le spese, in questi giorni, ancora una volta, numerosi studenti di Busseto (e non solo) e relative famiglie.

Una situazione che, da anni, solleva polemiche e che si è ripresentata poche settimane fa, non appena sono state riaperte le scuole. Il risultato? Autobus colmi di ragazzi, con tutti i rischi connessi in tempi di pandemia. Molti si sono dovuti arrangiare con mezzi propri.

Subito si sono scatenate polemiche anche a livello istituzionale. Il disagio è finito anche sui banchi della Regione e del Parlamento (con i deputati leghisti Giovanni Tombolato e Laura Cavandoli che hanno sollecitato l’intervento del ministro De Micheli tramite una interrogazione). Ma i problemi non si sono fermati, anzi, se ne sono verificati ancora in questi ultimi giorni.

Ad esempio, il 2 ottobre è stato cancellato il treno delle 13.30, che da Cremona conduce a Fidenza, ed il bus sostitutivo non è riuscito a caricare, per chiari motivi di spazio, tutti gli studenti che avevano necessità di trasporto. Solo successivamente sono stati aggiunti due pullman, rimasti vuoti dal momento che ormai le famiglie si erano organizzate autonomamente.

Un genitore ha chiamato in redazione: «Ho tre figli. Anche con l'ultimo si stanno riproponendo i problemi avuti con gli altri due: spesso devo andare a prenderlo a Cremona». Sabato, dopo un primo avviso riguardante un ritardo di mezz'ora del treno delle 12.29, lo stesso treno è stato cancellato e non sono arrivati mezzi sostitutivi.

Polemiche furiose e del caso, ancora una volta, a Busseto, è stata interessata l’assessore Elisa Guareschi che ha subito annunciato l’intenzione di convocare a breve, nella città di Verdi, una riunione con tutti i soggetti e gli enti interessati. A metà settembre, col verificarsi dei primi problemi, Rfi aveva inviato alla stampa una lettera spiegando i motivi dei problemi e, come ricordato dalla stessa Guareschi, senza in nessun modo scusarsi con i pendolari e le famiglie che pagano fior di euro per gli abbonamenti.

«Ritardi e cancellazioni – ha affermato l’assessore Guareschi – non accennano ad arrestarsi e, nonostante questo, non ci sono stati ad oggi interventi risolutivi da parte dell’ente gestore né tanto meno, da quel che mi risulta, da parte della Regione. Visto il perdurare di questa situazione ignobile – ha attaccato – domani (oggi per chi legge) invierò richiesta di convocazione di una riunione agli enti preposti, coinvolgendo anche i Comuni interessati dalla tratta ferroviaria».

 

PAOLO PANNI BUSSETO - Di nuovo problemi, a causa dei treni soppressi, lungo la linea ferroviaria Fidenza – Cremona. A farne le spese, in questi giorni, ancora una volta, numerosi studenti di Busseto (e non solo) e relative famiglie. Una...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal