Sei in Gweb+

BELLEZZA

Ioana, la miss fidentina volontaria della Croce rossa

06 ottobre 2020, 05:06

Ioana, la miss fidentina volontaria della Croce rossa

Tre fasce per Ioana Maria Pop, al suo debutto nei concorsi di bellezza.

La ventiduenne ha origine romena, ma da sedici anni vive a Fidenza. La bella Ioana, che ormai si sente fidentina, infatti è cresciuta in città, dove abita con la sua famiglia, ha studiato, annovera amicizie. Adesso sta studiando Biologia all’Università di Parma, la sua priorità, pur non disdegnando le sfilate, gli shooting, i concorsi di bellezza. Ma ama anche fare volontariato, dedicarsi alla letteratura, alla cucina, alla palestra.

Con l’agenzia Passionmodel di Fidenza, ha partecipato al concorso «Una ragazza per il cinema» e dopo avere portato a casa due fasce a Ferrara e a Venezia, è approdata alla finale, a Taormina, dove si è aggiudicata la fascia Centro Messeguè. Una fascia che le si addice in pieno, in quanto Ioana è di una bellezza naturale, ma che colpisce subito, con quegli occhi splendidi che spiccano sul suo volto radioso.

Oltre a essere proprio bella, è una ragazza intelligente, fine, con i piedi per terra. «Sono arrivata a Fidenza sedici anni fa – ha raccontato Ioana – quando ancora ero una bambina e qui ho studiato. Dopo avere frequentato il Paciolo, mi sono iscritta all’Università a Parma, a Biologia e non vedo l’ora di conseguire la laurea. Ma amo anche la moda, le sfilate, i casting, gli shooting foografici. Senza dimenticare il prossimo: infatti, quando riesco, svolgo volontariato alla Croce Rossa. Ho partecipato, con Passionmodel, che ringrazio per avermi dato questa occasione, al concorso ed è stata un’esperienza entusiasmante».

Ioana ripercorre la sua estate, che, nonostante il difficile periodo che tutti stiamo vivendo, le ha portato anche un po’ di spensieratezza e di soddisfazione. «Ho partecipato alle selezioni e quindi sono arrivata in finale a Taormina – ha spiegato la miss – e qui devo dire che oltre a cinque giorni intensi e impegnativi, ho vissuto un sogno. Balletti, coreografia, recitazione e ho portato anche un monologo tratto dal Piccolo Principe di Antoine de Saint-Exupéry, che adoro. Ma con quei ritmi mi dimenticavo persino di dover andare a dormire. Ma ne è valsa la pena, sfilare in quell’anfiteatro, che profuma di storia e bellezza, non capita tutti i giorni. Eravamo settanta ragazze da tutta Italia e con alcune di loro ho instaurato una bella amicizia e continuiamo a sentirci. Poi è arrivata quella bella fascia, che mi ha fatto felice, ripagandomi dei sacrifici».

Ioana, nei giorni del festival del cinema di Venezia ha partecipato anche a una sfilata di moda e anche lì ha vissuto un momento magico. «Adesso mi concentrerò sugli studi, ma se mi arriva qualche occasione sicuramente darò la mia disponibilità. Sono convinta che nella vita tutto serve per fare bagaglio di esperienze». s.l.