Sei in Gweb+

TELEFONATA AL CRONISTA

«Malata e anziana, per mia madre il cambio del medico è un'odissea»

08 ottobre 2020, 05:04

«Malata e anziana, per mia madre il cambio del medico è un'odissea»

Buon giorno, parlo con la redazione?

Prego, dica pure.

Vorrei segnalare che al momento mia madre, pensionata oltraottantenne con continuo bisogno di terapie farmacologiche, è sprovvista di medico di famiglia per un problema burocratico.

Cos’è successo?

Il medico di mia madre è andato in pensione il 30 settembre scorso. Al suo posto ne è arrivato un altro, che è quello che mia madre vorrebbe scegliere come nuovo medico di famiglia. Qualche tempo fa le era arrivata una comunicazione dall’Ausl in cui si diceva che avrebbe dovuto effettuare la scelta del nuovo medico prima del 30 settembre. Ma questo non è stato possibile, perché fino a quella data il sostituto esercitava in un distretto diverso da quello di Parma, quindi non compariva nemmeno nell’elenco dei medici fra i quali scegliere. Abbiamo quindi aspettato il 1° ottobre e abbiamo provato a scegliere il nuovo medico attraverso il fascicolo sanitario elettronico, che mia madre ha attivato qualche anno fa. Però nel fascicolo la funzione per la scelta del medico, che era presente fino a qualche giorno prima, non c’era più.

E allora cosa avete fatto?

Abbiamo provato a chiamare l’Ufficio relazioni con il pubblico del distretto Ausl di Parma, ma il numero risultava sempre occupato. Allora abbiamo chiamato il numero verse del Servizio sanitario regionale, dove ci hanno spiegato che non avendo effettuato il cambio del medico entro il 30 settembre, era venuto a mancare il collegamento con il database e quindi non era più possibile sceglierlo tramite il fascicolo elettronico. Una spiegazione che mi sembra quantomeno bizzarra.

Cosa vi hanno consigliato di fare?

Ci hanno detto che l’unico modo per scegliere il medico è di andare in un Cup. Ma non mi sembra corretto obbligare una persona anziana con problemi di salute ad andare in un Cup per fare un’operazione che potrebbe fare tranquillamente da casa, tanto più in un periodo di pandemia come questo, in cui sarebbe meglio limitare gli spostamenti inutili, specie se si tratta di andare in luoghi affollati. E poi a cosa serve il fascicolo sanitario elettronico se non lo si può usare in un caso come questo? Comunque non è nemmeno vero quello che ci hanno detto al numero verde regionale...

A cosa si riferisce?

Mi riferisco al fatto che mio fratello, che aveva lo stesso medico di famiglia di mia madre, ha potuto scegliere tranquillamente il nuovo medico il 1° ottobre usando il proprio fascicolo elettronico. Quindi non è vero che lo si poteva fare solo entro il 30 settembre. Ma c’è un altro aspetto ancora...

Quale?

Che al numero verde regionale hanno omesso di darci un’informazione importante, e cioè che la scelta del medico può essere fatta anche inviando una mail con alcuni documenti allegati. Il che è senz’altro più comodo che andare in un Cup. Perché questo non ci è stato detto e l’ho dovuto scoprire da solo consultando il sito dell’Ausl di Parma?

Giriamo la sua domanda all’Ausl.

Già che ci siamo, allora, vorrei che venisse girata anche un’altra domanda.

Quale?

Perché, quando un medico di famiglia cessa l’attività, ai pazienti non viene assegnato automaticamente il medico che ne prende il posto? Poi si fa sempre in tempo a cambiarlo, ma almeno non si corre il rischio di rimanere senza medico come è successo a mia madre.

Domanda interessante. Giriamo anche questa all’Ausl. E grazie per essersi rivolto alla Gazzetta.

Grazie a voi.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Buon giorno, parlo con la redazione? Prego, dica pure. Vorrei segnalare che al momento mia madre, pensionata oltraottantenne con continuo bisogno di terapie farmacologiche, è sprovvista di medico di famiglia per un problema burocratico. Cos’è...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal