Sei in Gweb+

LUTTO

Corniglio, il ricordo di Elda Beatrici

09 ottobre 2020, 05:06

Corniglio, il ricordo di Elda Beatrici

CORNIGLIO Ad un mese dalla scomparsa è più che mai presente il ricordo dell’86enne Elda Beatrici, una presenza decisa ma discreta in cucina, e dietro ai fornelli, custode dei sapori e della tradizione che da sempre caratterizza la trattoria «Da Vigion». Un luogo a Ghiare di Corniglio che vanta una storia lunga più di 70 anni, racchiude le vicende di una famiglia e tre generazioni.

La Beatrici mette piede nella piccola trattoria dopo il matrimonio con Giuseppe Rabaglia nel 1961.

Affianca la suocera Celeste nella cucina di quella che era nata come una piccola bottega acquistata dal suocero Vittorio, chiamato da tutti «Vigion»; poi un bar dove poter mangiare pochi piatti, con annessa tabaccheria e vendita di giornali.

Nel tempo l’attività si è allargata, diventando una trattoria con qualche stanza per alloggio. E sono Giuseppe e la moglie Elda a prenderne le redini.

Un passaggio tra generazioni che segna anche il successo sempre più crescente di un luogo capace di raccontare attraverso i piatti le tradizioni del territorio.

Nonostante intorno la montagna sia cambiata e molte attività abbiano chiuso, la trattoria continua la sua attività. Parte dell’albergo viene a mancare e si punta allora sul ristorante, sulla cura della cucina e dei piatti. Una tradizione che poi viene mandata avanti dal figlio di Elda e Giuseppe Carlo e dalla moglie Gabriella, continuando una vocazione che si tramanda di generazione in generazione, capace di fare breccia in un numero sempre maggiore di clienti.

E come Elsa aveva affiancato la suocera Celeste nella cucina, la donna ha lavorato al fianco del figlio, tramandando le ricette gelosamente custodite dalla famiglia, figlie di una ricercata semplicità e del ricco sapore degli ingredienti del territorio, come solo i piatti della tradizione sono in grado di racchiudere.

«Era una donna decisa, con una forte passione per l’attività che portavamo avanti. E fino a quando le forze glielo hanno permesso è rimasta in cucina» racconta il figlio Carlo.

Anima della cucina la cui memoria rimarrà nei sapori e nei profumi che caratterizzavano i suoi piatti.

m. c. p.

 

CORNIGLIO Ad un mese dalla scomparsa è più che mai presente il ricordo dell’86enne Elda Beatrici, una presenza decisa ma discreta in cucina, e dietro ai fornelli, custode dei sapori e della tradizione che da sempre caratterizza la trattoria «Da...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal