Sei in Gweb+

SPETTACOLI

A Busseto la «walk of fame» delle stelle del melodramma

10 ottobre 2020, 05:01

A Busseto la «walk of fame» delle stelle del melodramma

Lucia Brighenti

Una walk of fame del melodramma, una strada lastricata di cantanti, direttori d’orchestra, registi, scenografi e costumisti del mondo dell’opera, per non dimenticare i miti del passato e valorizzare i protagonisti di oggi.

Si chiama «Walk of Melodramma» il progetto ideato e finanziato dalla Renata Tebaldi Fondazione Museo, che verrà realizzato a Busseto e avrà il suo battesimo domani alle 12 in piazza Verdi, con la posa delle prime tre pietre dedicate a Giuseppe Verdi, Renata Tebaldi e Arturo Toscanini. La pavimentazione, realizzata grazie alla collaborazione con il Comune di Busseto, si estenderà dal piazzale antistante al Teatro Verdi attraverso la piazza principale del paese, lungo via Roma per arrivare alle scuderie di Villa Pallavicino, sede del Museo Renata Tebaldi.

«A Busseto, terra di Giuseppe Verdi, simbolo di una vocazione storica e naturale per la tradizione operistica, abbiamo voluto ricordare i grandi interpreti del Melodramma del passato e quelli del presente, al fine di consegnare al territorio il ruolo di testimone geografico dell’opera lirica, gloria italiana universalmente riconosciuta nel mondo. – spiega Giovanna Colombo, presidente della Renata Tebaldi Fondazione Museo – Ci siamo ispirati a Los Angeles. L’idea è quella di aggiungere circa 12 pietre ogni anno. Tra le prossime targhe abbiamo in programma Riccardo Muti, Placido Domingo, Carlo Bergonzi, Renato Bruson, Maria Callas, Luciano Pavarotti, i registi Giorgio Strehler e Liliana Cavani, la costumista Gabriella Pescucci, lo scenografo Ezio Frigerio... Vorremmo che tutti i protagonisti di oggi fossero presenti per la posa della propria pietra, mentre per i personaggi del passato chiameremo un giovane in carriera quale testimonial. Per la posa della pietra dedicata a Renata Tebaldi ci sarà Eleonora Buratto, per Bergonzi vorremmo chiamare Francesco Meli. In questo modo ci sarà una sorta di passaggio del testimone dai “grandi vecchi” alle nuove generazioni».

Sulle targhe, che saranno di ottone, misureranno 18x18 cm e peseranno circa 5 kg l’una, sarà incisa la firma, il nome, la qualifica di ogni personaggio. Gli artisti a cui intestare le pietre saranno individuati da un Comitato, promosso dalla Renata Tebaldi Fondazione Museo, di cui fanno parte il Sindaco di Busseto, il direttore generale del Teatro Regio di Parma, Anna Maria Meo, il Presidente A.G.I.S. Carlo Fontana, il sovrintendente del Teatro alla Scala di Milano Dominique Meyer, Carla Moreni, giornalista e critica musicale del «Sole 24 ore», e il direttore d’orchestra Richard Bonynge.

 

 

 

Soprano Eleonora Buratto: «Orgogliosa
di posare la pietra per la grande Renata»

Sarà Eleonora Buratto a posare la pietra dedicata a Renata Tebaldi per il progetto «Walk of Melodramma».

Recentemente protagonista del Festiva Verdi nella «Messa da Requiem» e in «Ernani», il soprano è stato scelto perché – spiega Giovanna Colombo – «si avvicina a Renata Tebaldi per bella voce, suono pulito, misurato, bella personalità. Speriamo che posare questa pietra sia di ottimo auspicio per la sua carriera e le auguriamo successi sul modello del grande soprano». Dal canto suo, Eleonora Buratto si dice felice e onorata di questa opportunità: «Ringrazio Giovanna Colombo perché in questo invito c’è uno dei più bei complimenti che si possa ricevere. Renata Tebaldi, oltre a essere una grande diva del passato, è uno dei miei soprani di riferimento. Quando studio un’opera, ascolto spesso le sue incisioni e le sue registrazioni dal vivo perché, oltre ad avere un timbro bellissimo, è secondo me un esempio di tecnica, eleganza del belcanto e fraseggio. Per questo, quando mi è stato chiesto di posare la pietra intitolata a lei, ne sono stata davvero molto contenta». Quanto a una «Walk of Melodramma» lastricata di personaggi della lirica, Eleonora Buratto osserva: «Trovo questa iniziativa bellissima: avere un percorso cesellato da pietre con i nomi di chi ha fatto la storia del teatro e dell’opera è importantissimo, come è importante che le generazioni del futuro non smettano di ascoltare questi grandi interpreti che sono un punto di riferimento per lo studio, per la carriera, per le scelte di repertorio. Sono, in qualche modo, insegnanti che fanno scuola gratuitamente».

L.B.

Lucia Brighenti Una walk of fame del melodramma, una strada lastricata di cantanti, direttori d’orchestra, registi, scenografi e costumisti del mondo dell’opera, per non dimenticare i miti del passato e valorizzare i protagonisti di oggi. Si...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal