Sei in Gweb+

Comune

Mezzo milione per rimettere in ordine il Parco Ducale

14 ottobre 2020, 05:07

Mezzo milione per rimettere in ordine il Parco Ducale

PIERLUIGI DALLAPINA

 

Il tono e la lunghezza della discussione sono stati più da consiglio comunale che non da commissione consiliare, dove di solito l'esame delle delibere fila via veloce, ma ieri sera di carne al fuoco ce n'era tanta e per capirlo bastava leggere l'ordine del giorno delle tre commissioni (Bilancio, Sociale e Garanzia e controllo) riunite in seduta congiunta: riequilibrio dei conti di Asp, variazione di bilancio e documento unico di programmazione. Solo che le notizie che hanno monopolizzato l'attenzione dei consiglieri sono state dei fuori programma, come quella dei 500mila euro che verranno spesi per la manutenzione del Parco Ducale, prevista nel 2021. Si tratta di sostituire delle panchine, riempire delle buche lungo i viali, rifare il manto erboso e l'illuminazione, migliorare gli accessi e le cancellate, come ha anticipato Michele Alinovi, assessore all'Urbanistica e ai Lavori pubblici, rubando la scena, con l'anticipazione di alcuni cantieri, alle operazioni di bilancio che hanno permesso di ripianare i buchi di bilancio di «Ad Personam».

«Questo mezzo milione di euro sul Parco Ducale servirà a ripianare un'emergenza, ma se non ci diamo tutti insieme linee guida strategiche rischiamo di buttare via un sacco di soldi», avverte Alinovi, ricordando di aver condiviso la riqualificazione con il consiglio dei cittadini volontari dell'Oltretorrente.

«Per quanto riguarda le opere pubbliche forse è meglio essere in un Ccv che non in consiglio comunale, dato che veniamo spesso informati dopo delle decisioni prese», si lamenta il capogruppo del Pd, Lorenzo Lavagetto.

Le occasioni per discutere sul futuro del Parco Ducale però non mancheranno, dato che è in arrivo anche in masterplan per disegnare le funzioni di questa area verde nei prossimi anni. Intanto, l'amministrazione si è messa alla ricerca di sponsor - cittadini e non - per il recupero della fontana del Trianon, un perla architettonica che con il passare del tempo è diventata «opaca».

Un altro parco bisognoso di molte cure e che verrà sistemato presto - garantisce sempre Alinovi - è il Parco Nord. Anche in questo caso il Comune spenderà 500mila euro: i soldi verranno stanziati nel bilancio di previsione 2021, mentre i lavori dovrebbero partire nel 2022. «Questo mezzo milione - afferma l'assessore - serve per fare il punto zero su questo parco con le forze dell'ordine e tutti gli altri soggetti». Cioè tutti quelli che hanno a cuore questa grande area verde nel quartiere San Leonardo. Per la completa riqualificazione del centro Oradour il Comune spenderà invece altri 700mila euro, per un totale di oltre un milione e mezzo.

Passando dai cantieri al sociale, l'amministrazione comunale riuscirà anche a chiudere alcuni buchi di bilancio di Asp «Ad Personam» che si trascinavano da parecchi anni, grazie ad uno stanziamento complessivo di 5,5 milioni di euro. Come spiegato dagli assessori Marco Ferretti (Bilancio) e Laura Rossi (Sociale) questa cifra metterà in ordine il rosso dei bilanci 2011, 2012, 2018 e 2019.

 

PIERLUIGI DALLAPINA Il tono e la lunghezza della discussione sono stati più da consiglio comunale che non da commissione consiliare, dove di solito l'esame delle delibere fila via veloce, ma ieri sera di carne al fuoco ce n'era tanta e per capirlo...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal