Sei in Gweb+

BUSSETO E POLESINE

Provinciale 46, un altro ponte a senso unico

14 ottobre 2020, 05:05

Provinciale 46, un altro ponte a senso unico

PAOLO PANNI

 

BUSSETO POLESINE Nuove limitazioni viabilistiche nella Bassa Ovest. Infatti da mezzogiorno di oggi sarà istituito il senso unico alternato regolato da semaforo sulla strada Provinciale 46, al confine tra le province di Parma e Piacenza, nel tratto compreso tra Busseto e Besenzone.

Anche riguardo a questo ponte, dopo le fresche verifiche effettuate dai tecnici del servizio Viabilità della Provincia, sono emerse criticità che hanno determinato non solo l’istituzione del senso unico alternato, ma addirittura la sospensione del passaggio dei mezzi pesanti di peso totale superiore alle 44 tonnellate.

Inoltre non si potranno superare i 30 chilometri orari e sarà vietato il sorpasso.

Le nuove regole saranno in vigore fino alla sistemazione del ponte.

Nella Bassa Ovest, negli ultimi mesi la situazione viabilistica è peggiorata e nuovi disagi si sono aggiunti a quelli già esistenti. Con danni che riguardano, in modo particolare, le attività industriali, artigianali e agricole, e tanti lavoratori, che già provati economicamente dal recente lockdown sono costretti a nuovi e pesanti disagi.

In un territorio che comprende cinque Comuni (Busseto, Polesine Zibello, Roccabianca, Soragna e Sissa Trecasali) la «carta geografica» dei ponti chiusi, o a mezzo servizio, si è arricchita di nuovi problemi. Su tutti la chiusura, da fine luglio, del ponte sul Po Giuseppe Verdi che collega le province di Parma e Cremona nel tratto compreso tra Polesine Zibello e Roccabianca e San Daniele Po.

Un «grande malato», con appena 40 anni di vita, ma anche una infrastruttura di straordinaria importanza per i collegamenti tra Emilia e Lombardia. Almeno fino al 24 ottobre, salvo ulteriori «sorprese» sarà chiuso.

Altro «malato» il ponte sul Taro lungo la Provinciale 33 che collega Roccabianca a Sissa Trecasali, da anni percorribile a senso unico alternato (e a 30 km orari) e «off limits» a tutti i mezzi oltre le 3,50 tonnellate e che superino i 2,70 metri di larghezza.

Il senso unico alternato, di recente, è stato istituito anche sul ponte sul cavo Rigosa Nuova, lungo la provinciale che collega Roccabianca e Polesine Zibello a Soragna (e quindi a Fidenza, conducendo anche al casello autostradale di Fidenza). Ponte che, in questo caso, è chiuso ai camion oltre le 44 tonnellate e larghi più di 3 metri e mezzo.

Stesse limitazioni anche sul ponte di Castellina, nel territorio di Soragna, dove da diverse settimane si transita a senso unico alternato.

Come se non bastasse, a Busseto da nove mesi è stato chiuso l’ultracentenario ponte Pezzino (sull’Ongina) che collega il Parmense con il Piacentino nel tratto compreso tra Busseto e Sant’Agata Verdi. Un ponte, peraltro, strategico per il turismo verdiano e di particolare rilevanza per le attività agricole, ora costrette a lunghe e pericolose deviazioni, su strade strette e ricche di curve e incroci pericolosi. Il vecchio viadotto è di proprietà del Comune di Busseto che da subito ha dichiarato, senza nascondersi dietro false promesse, di non poter farsi carico dei lavori e di non avere nelle proprie possibilità i 500mila euro che, come minimo, sono necessari per il suo ripristino, passando così la palla alla regione Emilia-Romagna e al governo nazionale.

 

 

PAOLO PANNI BUSSETO POLESINE Nuove limitazioni viabilistiche nella Bassa Ovest. Infatti da mezzogiorno di oggi sarà istituito il senso unico alternato regolato da semaforo sulla strada Provinciale 46, al confine tra le province di Parma e...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal