Sei in Gweb+

architettura

Piazza della Pace: esempio vincente di rigenerazione urbana

15 ottobre 2020, 05:06

Piazza della Pace: esempio vincente di rigenerazione urbana

Tre riconoscimenti in un giorno, tutti parmigiani, in architettura. Parma si impone a livello nazionale per due progetti premiati a Milano dall'Istituto nazionale di architettura, sezione Lombardia ed Emilia Romagna e Ance (Associazione nazionale costruttori edili), in collaborazione con Archilovers: si tratta del progetto vincitore nella categoria Rigenerazione urbana di piazza della Pace, promosso dal Comune, e del progetto, premiato per la categoria Interventi di nuova costruzione, del Nuovo headquarters Chiesi Farmaceutici, promosso dalla Chiesi Farmaceutici Spa. A cui si aggiunge il premio alla Carriera Emilia Romagna, per l’architetto parmigiano Aurelio Cortesi.

PIAZZA DELLA PACE
Per il Comune di Parma ha ritirato il premio l'assessore alle Politiche di pianificazione e sviluppo del territorio e delle opere pubbliche, Michele Alinovi. «E’ certamente una giornata memorabile per la nostra città con tre riconoscimenti prestigiosi che riguardano il fare buona architettura: quello per il progetto di rigenerazione urbana del Comune per Piazza della Pace, il premio come nuova costruzione al nuovo Headquarters Chiesi Farmaceutici e quello alla carriera all’architetto Cortesi. Accogliamo questo riconoscimento - ha sottolineato Alinovi - con soddisfazione. Il progetto di rigenerazione urbana di Piazza della Pace ha saputo migliorare e attualizzare il disegno e le funzioni del "cuore verde" del nostro centro storico, potenziandone la capacità aggregativa, valorizzandone il contesto monumentale, tenendo conto della sua storia, delle caratteristiche ambientali e culturali. Si è trattato di una scelta coraggiosa che è stata fin da subito apprezzata dalla cittadinanza e che l'Istituto nazionale di architettura riconosce quale esempio virtuoso di rigenerazione urbana. Aggiungo anche la soddisfazione per il nuovo Headquarters Chiesi che nasce anche grazie ad un accordo di programma urbanistico siglato tra Comune, Chiesi e Provincia, che ha permesso di accelerare la realizzazione di un intervento di riqualificazione urbana dall’alto valore iconico e rappresentativo dell’eccellenza produttiva del nostro territorio. Faccio i miei personali complimenti allo Studio Efa e all’architetto Aurelio Cortesi per il meritato riconoscimento».

HEADQUARTERS CHIESI
I riconoscimenti rappresentano un attestato di stima che fa onore all'intera città: da una parte il Comune che ha voluto ridisegnare, valorizzare, rigenerare Piazza della Pace, uno spazio oggi più fruibile, aperto e flessibile tenendo conto di presupposti legati ad un contesto mutato della città. Dall'altra l'impegno del mondo imprenditoriale: la Chiesi Farmaceutici. Il nuovo Headquarters Chiesi Farmaceutici rappresenta un modello insediativo e architettonico a livello nazionale ed internazionale in riferimento alle soluzioni messe in campo da un punto di vista strutturale, tecnologico, di sostenibilità ambientale e benessere lavorativo.

STUDIO EFA
Entrambe le opere sono firmate da Efa studio di architettura, una realtà progettuale del mondo dell’architettura che opera a Parma dal 1990. «Per noi è motivo di orgoglio e di arricchimento professionale - dichiarano gli architetti Maria Pilar Vettori e Pietro Chierici -: i premi confermano l’importanza dell’architettura e delle sue ragioni nella costruzione del paesaggio italiano».

LE MOTIVAZIONI
In/Arch ha riconosciuto nei due progetti i principi della cultura architettonica ispiratrice dell'Istituto stesso, che ha lo scopo di promuovere e coordinare gli studi sull'architettura, valorizzarne i principi e favorirne l'applicazione, mediante l'incontro delle forze economiche e culturali del Paese che partecipano al processo edilizio; sollecitare, mediante un'azione continua e diretta, l'interesse della collettività a cui è destinata la produzione architettonica.

PREMIO ALLA CARRIERA

Aurelio Cortesi, da allievo di Gardella alla fama nazionale

Ad Aurelio Cortesi il premio In/Arch alla carriera. Allievo di Ignazio Gardella, con cui lavoro per qualche anno, al Politecnico di Milano, dopo la laurea entra nello studio di Franco Albini. Dal 1957 è stato assistente di Lodovico B. di Belgjoioso alla facoltà di Architettura di Venezia, proseguendo poi la collaborazione al Politecnico di Milano dal 1963, dove è stato docente sino al 1986. Diventa quindi professore ordinario di Composizione architettonica e insegna alla facoltà di Architettura di Firenze dal 1987 al 2002 e alla facoltà di Architettura di Parma fino al 2006. Il 21 maggio 2012 riceve dal Presidente Giorgio Napolitano, il Premio Presidente della Repubblica per l’Architettura, edizione 2011, dedicato alle personalità della cultura, dell’arte e della scienza. Dal 1961 al 1965 è stato membro del Centro studi della rivista Casabella Continuità, diretta da Ernesto Nathan RogersDal Rogers. La carriera professionale di Cortesi non è soltanto accademica, ma anche privata. Lavora infatti come progettista soprattutto nell’Emilia nord occidentale e nel sud della Lombardia. Dallo studio di Parma escono progetti importanti in città e in provincia. Tra questi il centro Commerciale EuroTorri, solo per fare un esempio. Tiene negli anni seminari, conferenze e segue attività di ricerche in università italiane, collegi universitari e università straniere tra le quali Lubiana, Nancy, Strasburgo, Marsiglia e Lisbona, corsi post-universitari e lezioni di dottorato di ricerca nelle facoltà di architettura italiane. L’attività di ricerca e di progettazione si è espressa altresì attraverso mostre ed esposizioni di architettura, tra cui, nel 1983, la partecipazione presso il Musée d’Art Moderne di Parigi alla rassegna «L’Ivre de Pierre», poi trasferita alle Saline di Chaux e a Clermont-Ferrand in occasione della Seconda Biennale del Bianco e Nero. Partecipa, nel 1991, alla Biennale di Venezia e, nel 1993, è invitato ad esporre la Chiesa-Fortezza di S.Bernardo alla mostra «Spazio Sacro e Modernità» promossa dalla medesima istituzione. Nel 1995 espone un progetto alla Mostra «Il Centro altrove» promossa dalla Triennale di Milano.

Tre riconoscimenti in un giorno, tutti parmigiani, in architettura. Parma si impone a livello nazionale per due progetti premiati a Milano dall'Istituto nazionale di architettura, sezione Lombardia ed Emilia Romagna e Ance (Associazione nazionale...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal