Sei in Gweb+

nomine

Cavazzini riconfermato alla guida della Famija Pramzana

18 ottobre 2020, 05:06

Cavazzini riconfermato alla guida della Famija Pramzana

GIAN LUCA ZURLINI

Claudio Cavazzini ha fatto il bis e sarà alla guida della Famija Pramzana anche per il prossimo triennio, fino al 2023, dopo essere diventato presidente nel 2017 succedendo a Maurizio Trapelli, il popolare «Dsèvod», che ricoprirà ancora questo ruolo.

ELETTO A MAGGIORANZA

Cavazzini è stato riconfermato a larghissima maggioranza, superando l'altro candidato, il vicepresidente uscente (e riconfermato nel ruolo) Gabriele Preti che si era presentato al voto dei soci del sodalizio. «Inutile negare che sono molto soddisfatto per questa rielezione - dice Cavazzini, parmigianissima figura dell'Oltretorrente - perché ho presentato ai soci un ampio e articolato programma di iniziative che consentiranno di proseguire nel rilancio del circolo che ho avviato a partire dal 2017 con lo scopo di far tornare a essere la "Famija" quello che è sempre stata dalle sue origini: una famiglia allargata, nella quale tutti i parmigiani che lo vogliono possano ritrovarsi all'insegna della ricerca delle tradizioni e della cultura della nostra città».

AVANTI TUTTA IN SICUREZZA

Claudio Cavazzini rivendica con orgoglio che «in questi mesi dallo scoppio dell'epidemia di Covid la mia prima preoccupazione è sempre stata quella della sicurezza sanitaria. Abbiamo chiuso ben prima del lockdown la sede e l'abbiamo riaperta solo quando abbiamo potuto garantire tutte le norme anti-contagio, grazie anche alla fativa collaborazione della cooperativa Avalon, che da un paio d'anni gestisce con ottimi risultati e reciproca soddisfazione il nostro bar».

TRADIZIONE E INNOVAZIONE

Per quanto riguarda il futuro il riconfermato presidente è un vulcano di idee: «Sperando che l'epidemia non ci metta ancora lo zampino, abbiamo già preparato una serie di incontri sia culturali che ludici che hanno come filo conduttore Parma e la sua storia. Ma c'è la volontà anche di coinvolgere sempre di più le famiglie, che hanno iniziato a ritornare negli ultimi anni, con incontri dedicati ai bambini che abbiamo già avviato. Inoltre c'è in programma l'abbellimento della sala del bar, che ha ampliato gli orari di apertura anche alla sera e accoglie in totale tranquillità i nostri soci, che sono aumentati di numero».

DIALETTO E SOLIDARIETÀ

Ovviamente fra le attività non mancheranno i due «cavalli di battaglia», il dialetto e la solidarietà. «C'è la volontà di mantenere in attività la compagnia dialettale, purtroppo ancora ferma a causa del Covid, e ci saranno numerosi incontri a tema. Infine, vogliamo rifare il "Cestén 'd Nadäl", perché mai come quest'anno i bisogni sono aumentati e ci auguriamo di trovare supporto e sostegno dalla città».

 

GIAN LUCA ZURLINI Claudio Cavazzini ha fatto il bis e sarà alla guida della Famija Pramzana anche per il prossimo triennio, fino al 2023, dopo essere diventato presidente nel 2017 succedendo a Maurizio Trapelli, il popolare «Dsèvod», che...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal