Sei in Gweb+

Coronavirus

Aumentano le corse delle ambulanze per i pazienti Covid

25 ottobre 2020, 05:07

Aumentano le corse delle ambulanze per i pazienti Covid

MONICA TIEZZI

Aumentano di circa il 10% i trasporti in ambulanza, a causa della seconda ondata Covid.

Lo dice Filippo Mordacci, comandante del corpo militi dell'Assistenza Pubblica. «A pesare sono soprattutto i trasporti ordinari di pazienti Covid-positivi per controlli e terapie», aggiunge Mordacci, che spiega di star valutando un aumento dei militi disponibili sui vari turni. Al momento la Pubblica esegue 70-75 interventi su 24 ore, che includono anche trasporti ordinari e disabili. Nel periodo del picco della scorsa primavera, i 90 interventi giornalieri erano quasi tutti per malati Covid.

Giuseppe Zammarchi, presidente della Croce Rossa, spiega che aumentano soprattutto «i trasferimenti di pazienti Covid: o perché dimessi dall'ospedale o per visite e cure».

La situazione, sul fronte dell'emergenza, non è certo quella dello scorso marzo, ma ci si sta preparando. Proprio Ap e Croce Rossa incontreranno la prossima settimana i vertici di ospedale Maggiore e Ausl per fare il punto.

Intanto il pronto soccorso dell'ospedale Maggiore vive giornate ancora gestibili: una media di 20-25 pazienti al giorno nel triage respiratorio Covid, spiega il direttore del pronto soccorso Marcello Zinelli, a fronte dei 140-160 per il triage generale.

«Siamo complessivamente sotto i dati storici del pronto soccorso di Parma, con una media di 160 accessi al giorno contro i "tradizionali" 220 - dice Zinelli - Con il Covid, i parmigiani sono restii ad entrare in ospedale per paura dei contagi, un fenomeno che si osserva in tutta Italia. Questo ha anche un aspetto positivo, un uso più congruo del pronto soccorso».

Questo venerdì, porta ad esempio il direttore del ps, su 18 accessi al triage Covid, sei pazienti sono stati dimessi. Zinelli definisce il contagio «una musica di sottofondo» di tutto il 2020 e ricorda come ancora a giugno ci fossero 456 accessi mensili al triage Covid (381 a luglio, 454 ad agosto e 413 a settembre) contro i 450 (stimati) dell'ottobre in corso. Certo, niente in confronto all'«assalto» di 2.780 pazienti dello scorso marzo, ma abbastanza per dire che il virus ha continuato a «lavorare» anche quando tutti sembravamo essercene dimenticati.

«Prevenire resta ancora l'unica arma: mascherine sempre e indossate in modo corretto, distanziamento, evitare luoghi chiusi ed affollati» elenca Zinelli.

Al mancato assalto al ps ha contribuito anche, secondo Annalisa Volpi, responsabile della Centrale coordinamento emergenza Covid, il lavoro svolto sul territorio con i medici di medicina generale, le Usca (Unità di continuità assistenziale, che offrono una valutazione di base e assistenziali ai pazienti Covid a domicilio) e Umm (Unità mobili multidisciplinari, team di internisti, pneumologi, anestesisti, pediatri, infettivologi e cardiologi che visitano i malati a casa).

«Le Usca, che in estate, su tutta la provincia, eseguivano in media 4-5 interventi al giorno, oggi sono impegnati con 40 visite giornaliere - dice Volpi - Mentre le Umm, che in estate hanno lavorato soprattutto nelle residenze per anziani con circa quattro interventi a settimana, oggi eseguono una media di sei interventi al giorno. Stiamo pensando di aumentare le auto disponibili portandole a tre, lo stesso numero che avevamo nel periodo del picco».

MONICA TIEZZI Aumentano di circa il 10% i trasporti in ambulanza, a causa della seconda ondata Covid. Lo dice Filippo Mordacci, comandante del corpo militi dell'Assistenza Pubblica. «A pesare sono soprattutto i trasporti ordinari di pazienti...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal