Sei in Gweb+

Lutto

Morto a 83 anni Adriano, storico barbiere di via Bixio

04 novembre 2020, 05:06

Morto a 83 anni Adriano, storico barbiere di via Bixio

LORENZO SARTORIO

Amava tantissimo il proprio mestiere ma, soprattutto, quella fetta «de dla da l’acqua», via Bixio, dove lavorò una vita nella storica barbieria proprio accanto alla parmigianissima «Céza di Sant».

Adriano Balestrieri, popolare barbiere oltretorrentino, è venuto a mancare nei giorni scorsi. Un piccolo mondo antico quello dove lavorava Adriano. La barberia, nobilitata dall’elegante scritta marmorea «Salone di Toeletta», fu aperta nel lontano 1921 da Umberto Bianchi, padre di Walter, famoso acconciatore maschile con negozio, prima in strada Garibaldi dinanzi al «Regio» e poi in piazzale Cesare Battisti unitamente al socio Flavio Pellicelli.

All’interno della barberia di Adriano, che ha abbassato per sempre la saracinesca giugno, balzavano subito all’occhio due antichi diplomi. Uno, risalente all’ottobre 1923, della «Società Pro Oltretorrente» in occasione di una mostra di vetrine, il cui premio se lo era aggiudicato Bianchi con la seguente motivazione: «Salone moderno di toeletta, servizio pronto ed accorto. Igiene». L’altro diploma risaliva ai festeggiamenti in oltretorrente per le «Onoranze a Filippo Corridoni», sempre per quanto concerne la miglior vetrina.

Una bottega da barbiere che il simpatico Adriano trasformò in un salotto parmigiano con foto della Parma sparita, una maglia gialloblu del Parma e un cartello seminascosto con una scritta in arabo: barba e capelli e, di fianco, il prezzo in euro.

«Coi tempi che corrono amava scherzosamente affermare- bisogna adeguarsi». Balestrieri, classe 1937, nativo e residente da sempre a Pontescodogna, iniziò a fare il «ragazzo spazzola» a soli 13 anni. Mentre in strada Bixio approdò nel 1951 unitamente al fratello Renzo, scomparso alcuni anni fa, e ad altri tre colleghi. Nel negozio di Adriano, transitarono intere generazioni di parmigiani: operai, avvocati, medici, insegnanti, scrittori (basti pensare ad Alberto Bevilacqua), oltre a tanti altri personaggi tedofori della più schietta parmigianità come l’attore dialettale Lino Manotti ed il fotoreporter «pramzàn dal sas» Loredano Leonardi, nativo di piazzale Corridoni.

Cliente di Adriano è stato anche Stefano Pioli, gloria crociata, in seguito della Juve e Fiorentina, in maglia azzurra dal 1985 al 1987, ed attuale allenatore del Milan. Tifoso del Parma, in primis, e del Milan, Balestrieri, rammentava con un certo rimpianto strada Bixio d’una volta che pullulava di negozi e pulsava di vita. Anche se parmigiano «arioso», Adriano, era un innamorato di Parma e della sua storia tant’è che nel suo negozio, oltre le varie riviste, non mancavano mai i libri di tradizioni parmigiane e di foto della città come quello di Antonio Mascolo sugli angoli più suggestivi ed i personaggi dell’Oltretorrente.

Un «Salone di toeletta», quello di Balestrieri, dove riecheggiavano gli amarcord e le battute in «djalétt» di quegli irriducibili che, nella bottega di Adriano, avevano creato il loro «covo».

Le figlie, «Padre meraviglioso, generoso e amico di tutti»

L’improvvisa scomparsa di Adriano Balestrieri, storico barbiere dell’Oltretorrente, nativo e residente a Collecchio, ha destato profondo cordoglio anche nel comune pedemontano. Era nato 83 anni fa a Pontescodogna dove il padre Mario, prima della guerra, faceva a sua volta il barbiere, il sarto per uomo e vendeva i giornali. Adriano ha continuato una tradizione di famiglia, portandola avanti fino ad oggi. «Era un uomo gentile, con quell’attenzione, anche nel parlare, che dimostrava grande intelligenza e rispetto per gli altri» lo ricorda il primo cittadino, Maristella Galli.” Le figlie Alessandra ed Elena ricordano: «Era un padre meraviglioso, pieno di affetto e di attenzioni. Una persona generosa, solidale, amico di tutti. Il suo, per noi, resta un esempio di dedizioni alla famiglia ed al lavoro». La sua scomparsa ha lasciato un grande vuoto anche nel nipote Simone. G.C.Z.

LORENZO SARTORIO Amava tantissimo il proprio mestiere ma, soprattutto, quella fetta «de dla da l’acqua», via Bixio, dove lavorò una vita nella storica barbieria proprio accanto alla parmigianissima «Céza di Sant». Adriano Balestrieri, popolare...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal