Sei in Gweb+

FIDENZA

Antelami, la mostra non si ferma: da domenica passa all'esterno

06 novembre 2020, 05:02

Antelami, la mostra non si ferma: da domenica passa all'esterno

EGIDIO BANDINI

«La mostra ''Antelami a Fidenza. Rivivere la passio” di San Donnino'' non si ferma!» Così Alessandra Mordacci, direttrice del Museo del Duomo di Borgo, sull’evento più importante del 2020/’21 per la Diocesi fidentina.

«Il nostro museo e la Diocesi organizzano – prosegue la direttrice - a partire già da domenica prossima, delle speciali visite in esterni, che riprendono il tema della mostra».

Infatti, alle 15,30 e alle 16,30 di domenica, per un numero massimo di 10 partecipanti a turno e nel pieno rispetto della sicurezza: obbligo di mascherina, distanziamento e igienizzazione delle mani, inizieranno queste visite particolari, aventi come tema la facciata e l’interno della Cattedrale di San Donnino.

«La facciata della Cattedrale di Fidenza – sottolinea Alessandra Mordacci - “la più bella al mondo”, per l’illustre storico del medioevo Jacques Le Goff, è straordinariamente ricca di bassorilievi e statue: un vero “libro di pietra”, con oltre 180 figure umane e 100 animali scolpiti. Vi lavorò – si ritiene - Benedetto Antelami, a capo di un’officina di esperti di varie competenze: chi a squadrare pietre, chi a posarle, chi a unirle le une alle altre, a scolpire fregi, a dar vita a figure umane e animali, vegetali e fiori. Il “Benedictus” che firmò la deposizione del Duomo di Parma era responsabile della progettazione architettonica e scultore. In alcuni casi agì di suo pugno e, unendo il linguaggio classico e quello naturalistico d’impronta francese, approdò a esiti di grande modernità. In altri casi operarono allievi e collaboratori da lui formati e la critica, per i lavori creati nell’ambito artistico che ruota intorno alla sua indiscussa figura di magister, ha coniato l’espressione “corpus antelamicum”. La facciata si eleva secondo un modulo che replica un’antica misura locale: il trabucco (m. 3,27). L’apparato scultoreo ha molte storie da raccontare, frutto di un preciso programma teologico e iconografico, centrato sul messaggio evangelico e sui temi del pellegrinaggio e della chiesa locale. Colpisce, alto sulla semicolonna sinistra, l’apostolo Simone in funzione di sorprendente “cartello stradale”. Srotola infatti un cartiglio con la scritta “il santo apostolo Simone mostra la via a coloro che sono diretti a Roma”: un’indicazione itineraria utilissima per i pellegrini giunti a Borgo San Donnino, snodo fondamentale della via Francigena».

Da questa “indicazione” si snoderà la visita speciale a Fidenza, che riguarderà, appunto la facciata, le sculture dei mesi nell’abside e – all’interno della Cattedrale, sempre rispettando le norme anti-Covid – il sarcofago (sec. III-IV d.C.) e l’arca di San Donnino (sec. XV). Biglietto a 5 Euro, che andrà conservato, per avere diritto alla visita della mostra, alla riapertura, a prezzo ridotto. Info e prenotazioni presso Iat Fidenza: tel. 0524 83377 - email iat.fidenza@terrediverdi.it e/o museoduomofidenza@gmail.com

EGIDIO BANDINI «La mostra ''Antelami a Fidenza. Rivivere la passio” di San Donnino'' non si ferma!» Così Alessandra Mordacci, direttrice del Museo del Duomo di Borgo, sull’evento più importante del 2020/’21 per la Diocesi fidentina. «Il nostro...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal