Sei in Gweb+

LA PROTESTA

Motorizzazione, quando parlare con gli uffici è un'odissea

06 novembre 2020, 05:06

Motorizzazione, quando parlare con gli uffici è un'odissea

GIAN LUCA ZURLINI

Contattare gli uffici della Motorizzazione civile di Parma al tempo del coronavirus? Difficile, per non dire impossibile per i comuni cittadini. Con gli sportelli chiusi al pubblico e aperti solo su appuntamento, il contatto dovrebbe avvenire via telefono o via mail. Ma, come denuncia in un comunicato Massimo Pinardi, coordinatore provinciale di Parma in azione, la realtà è ben diversa.

«DISAGI PER GLI UTENTI»
«Diversi utenti - scrive Pinardi - ci segnalano il malfunzionamento degli sportelli degli uffici provinciali della Motorizzazione Civile. Mail inviate con richiesta di chiarimenti o appuntamenti a cui non viene data risposta o viene data molto tardi. Appuntamenti fissati per esami di idoneità alla guida disattesi o svolti con notevole ritardo. Telefono che squilla senza che nessuno risponda o se risponde, risponde male. E potremmo continuare. Evidentemente l'organizzazione dei servizi forniti dagli uffici della Motorizzazione civile di Parma lascia alquanto a desiderare. Probabile che la situazione dovuta al Covid-19 abbia creato ulteriori difficoltà negli uffici. Tuttavia ciò non giustifica il comportamento per nulla o poco rispettoso nei confronti dei cittadini utenti che si rivolgono agli uffici di via Chiavari per il disbrigo delle pratiche di patenti o immatricolazioni di autovetture, motoveicoli o quant'altro. Così non può continuare - conclude Pinardi - e segnaleremo al ministero dei Trasporti e al prefetto di Parma la situazione. Confidiamo che vengano adottati idonei provvedimenti per rimuovere gli ostacoli che impediscono il regolare funzionamento della Motorizzazione Civile di Parma». E a una nostra verifica le difficoltà sono state confermate: nessuna risposta ai numeri di telefono segnalati sul sito e nemmeno alle mail inviate all'indirizzo.

PATENTI DISABILI, UN'ODISSEA
A questi disagi si aggiungono i problemi denunciati da alcuni disabili per le prescrizioni che negli ultimi tempi vengono imposte per riottenere la patenta dall'apposita commissione tecnica. «Io sono rimasto 5 mesi senza poter guidare - dice un disabile - perché mi era stato imposto l'obbligo del cambio automatico, mai utilizzato in 30 anni. Ho fatto ricorso alla commissione regionale a Bologna e l'obbligo è stato tolto, ma per 5 mesi sono stato privato di un mio diritto. E qui a Parma è una situazione anomala, dove il rinnovo della patente per un disabile motorio è diventato un incubo per tutti, mentre in altre città, come Treviso o Cremona, non ci sono problemi».

GIAN LUCA ZURLINI Contattare gli uffici della Motorizzazione civile di Parma al tempo del coronavirus? Difficile, per non dire impossibile per i comuni cittadini. Con gli sportelli chiusi al pubblico e aperti solo su appuntamento, il contatto...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal