Sei in Gweb+

Ricordo

Addio a Francesco Cavalli, una vita in difesa degli animali

07 novembre 2020, 05:02

Addio a Francesco Cavalli, una vita in difesa degli animali

La prefettura perde il sorriso e la professionalità di Francesco Cavalli, scomparso a 64 anni dopo la battaglia contro una grave malattia. «Colonna» dell’ufficio depenalizzazione, Cavalli lavorava in prefettura da oltre trent’anni ed era originario di Langhirano, ma da tanti anni risiedeva con la famiglia (moglie e due figli) a Sospiro, in provincia di Cremona.

Nel suo lungo percorso professionale Cavalli si è sempre distinto per responsabilità e abnegazione. Impegnato nell’ufficio depenalizzazione, si occupava di ricorsi e contenziosi legati alle sanzioni, ma preparava anche i permessi di circolazione in deroga per i mezzi pesanti e i trasporti eccezionali, oltre alle autorizzazioni alle competizioni sportive su aree pubbliche.

I colleghi della prefettura ricordano Cavalli con profondo affetto e commozione, i momenti vissuti insieme, i sorrisi e la serenità che Francesco sapeva infondere anche nei momenti più delicati o impegnativi. Fotogrammi di una vita passata insieme, che rimangono impressi nel cuore e nella mente di chi lo ha conosciuto e ha avuto il privilegio di compiere un tratto di strada insieme a lui.

«Era una persona speciale - sottolineano commossi i colleghi - un collega unico, di grande professionalità e umanità. Non pensavamo che la malattia ce lo portasse via così velocemente. Ci mancherà davvero tanto».

Il prefetto, i dirigenti, i funzionari e tutti i dipendenti lo ricordano come un brillante e capace professionista, una persona di grande disponibilità e partecipano al lutto della famiglia Cavalli.

La morte di Cavalli non lascia un vuoto solo negli uffici amministrativi. La notizia della sua scomparsa, arrivata giovedì pomeriggio, ha colpito tutti i volontari delle associazioni animaliste di Parma e non solo. Cavalli era conosciuto da tutti per il suo ruolo di capo nucleo delle Guardie Zoofile dell’Enpa e per la sua attività di tutela degli animali. «Perdiamo un collega competente e rigoroso - ricorda Marco Bravi, responsabile nazionale servizio Guardie Zoofile Enpa - che ho avuto più volte modo di conoscere ed apprezzare. Non si tirava mai indietro quando c’era da fare ed esporsi. E’ stato un amico che con la sua ironia ha reso piacevole ogni incontro e più leggero ogni problema. Ci mancherà».

Al cordoglio di Bravi si è aggiunto quello di tutte le sezioni d’Italia, prima fra tutte, naturalmente, quella di Parma al cui fianco era schierato da oltre 25 anni. «Il forte abbraccio di tutti i volontari e del direttivo Enpa di Parma va oggi alla famiglia di Francesco - assicura la presidente Lella Gialdi -. Con lui abbiamo condiviso tante battaglie ma anche tante gioie e tante occasioni che oggi restano ricordi preziosi e una motivazione in più a proseguire con costanza nel nostro impegno di tutela degli animali».

E non solo Enpa piange la scomparsa di un amico prezioso: al loro ricordo si aggiunge quello dei volontari di Oipa (Organizzazione internazionale protezione animali). «Abbiamo collaborato frequentemente, per cercare di migliorare la vita di tanti animali maltrattati - dice commossa la delegata Moira Balbi -. Ogni volta che vedeva il mio numero mi rispondeva con la stessa frase: "Devo salire in macchina per correre da qualche parte?". Oipa all’epoca non aveva il corpo guardie in città e quindi Francesco è sempre stato per me il riferimento per le situazioni gravi. Ricordo in particolare un cagnolino, segregato su un balcone notte e giorno senz’acqua né cibo. Andammo insieme e, visto il tardare dell’arrivo dei pompieri perché impegnati su una complessa situazione, Francesco salì con me a salvarlo. "Sei matta" mi disse. E quel "sei matta" lo tengo stretto come un caro ricordo».

r.c.

 

La prefettura perde il sorriso e la professionalità di Francesco Cavalli, scomparso a 64 anni dopo la battaglia contro una grave malattia. «Colonna» dell’ufficio depenalizzazione, Cavalli lavorava in prefettura da oltre trent’anni ed era originario...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal