Sei in Gweb+

TERENZO

Addio a Pierina, la bambina che sulla Cisa incontrò la regina

di Valentino Straser -

07 novembre 2020, 05:03

Addio a Pierina, la bambina che sulla Cisa incontrò la regina

TERENZO Ci ha lasciato a 101 anni, Pierina Leporati, la più anziana di Casola, la «bambina che incontrò la Regina Elena di Savoia». La notizia della scomparsa della «Piera», come era conosciuta da tutti, si è rapidamente diffusa nella zona di Terenzo. Ieri si sono susseguiti i messaggi di cordoglio al figlio Rinetto, da parte di quanti la conoscevano e la stimavano per le sue qualità di donna energica e radicata al suo paese, Casola.

Lo scorso anno, tutta la comunità di Terenzo, il sindaco e gli amministratori, il parroco e numerosi conoscenti, si erano uniti ai festeggiamenti del traguardo del secolo. Dotata di una brillante memoria, Pierina Leporati era una finestra sul secolo scorso, testimone dei fatti accaduti nel corso degli ultimi cento anni. Nata subito dopo la fine della Prima Guerra Mondiale in una famiglia numerosa, come la maggior parte delle famiglie a quel tempo, già da bambina dedita al lavoro e alla cura della famiglia, a quindici anni andò a servizio di una famiglia a Milano, dove rimase fino a quando i bombardamenti della Seconda guerra mondiale costrinsero tutti a sfollare. Ritornata nel suo paese di origine, a Casola, si sposò con Luigi Bertè. Con la sua proverbiale memoria, la «Piera» ricordava ancora con dovizia di dettagli l’incontro con la Regina Elena. Erano gli anni Trenta del secolo scorso e in pieno inverno la neve era caduta abbondante sulle cime della Val Baganza. Il paese si preparava a festeggiare il Natale e gli uomini del paese erano impegnati a spalare la neve per raggiungere le case, i pollai, le stalle e i fienili. A Pierina spettava il compito di portare da mangiare ai suoi fratelli. Con il cavagno sulla spalla e accompagnata da Maria, una sua amica, risaliva il sentiero che dal paese si raccordava alla strada Statale della Cisa, l’unica via di collegamento fra il fondovalle fornovese e i lidi tirrenici.

Pierina e Maria, giunte all’altezza di Ca’ di Tremoli, furono incuriosite da una insolita e lussuosa automobile scortata da due guardie. A bordo della vettura una elegante signora si sporse dal finestrino e con fare gentile si rivolse a Pierina e le chiese: «Hai paura?». Pierina, un po’ intimorita, si avvicinò all’elegante signora che le porse cinquanta franchi: «Questi sono per fare il Santo Natale», le disse. Lo sguardo di Pierina si posò sul cestino appoggiato sul sedile pieno di soldi e di dolciumi. «Chi è che me li dà?», chiese la bambina. E lei: «La regina!».

Le esequie avranno luogo questa mattina alle 10.30 nella chiesa di Casola e si concluderanno nel cimitero locale.