Sei in Gweb+

Colorno

Faccia a faccia con il ladro in casa, in pieno giorno. «Ero terrorizzata»

08 novembre 2020, 05:05

Faccia a faccia con il ladro in casa, in pieno giorno. «Ero terrorizzata»

MICHELE DEROMA

COLORNO «Ho pensato soltanto ad urlare: in quel momento mi sentivo terrorizzata». Trovarsi faccia a faccia con un ladro, all’interno delle proprie mura di casa, alle 18.30 di un normale venerdì pomeriggio: un’esperienza drammatica, ma fortunatamente risoltasi soltanto con tanta paura, per la colornese Maura Gigatti, titolare di un noto ristorante di Parma.

A tentare il colpo, un uomo sulla trentina, vestito in jeans e felpa, a volto scoperto e senza mascherina: Maura lo ha visto per pochi secondi, ma l’immagine del ladro è ancora ben impressa nella sua mente. La donna abita al secondo piano di una palazzina in via King, alla periferia di Colorno: venerdì pomeriggio, l'uomo si è arrampicato sulla grondaia dell’edificio ed è salito sul balcone della casa, trovandosi una tapparella completamente abbassata e, dietro di essa, la porta-finestra del salone chiusa. Trovatosi qui, l’uomo ha aperto il cassetto e smontato un rullo della tapparella, utilizzandolo successivamente per sollevare metà della stessa struttura avvolgibile, in misura sufficiente per potersi abbassare e passarvi sotto: facendo leva con una barra di ferro che il ladro portava con sé, l’uomo ha potuto quindi forzare la porta-finestra, aprirla e accedere così all’interno dell’abitazione. Dove si trovava – in quel momento, da sola - Maura, che riposava in camera da letto: «Ho sentito strani suoni provenire dall’esterno», spiega la donna, «ma pensavo che fossero i vicini di casa: soltanto dopo aver sentito rumori sempre più forti sono uscita dalla camera, e sono andata verso il salone, trovandomi davanti questo individuo, che stava chiudendo la finestra da cui era entrato».

In questo momento, Maura ha iniziato a urlare, mentre il ladro, spiazzato dopo essersi ritrovato davanti alla padrona di casa, decide di uscire dalla stessa porta-finestra da cui aveva fatto accesso pochi secondi prima nell’abitazione: dopo essere sceso dalla grondaia, l’uomo apre il cancelletto esterno della palazzina e si ritrova in via King, dandosi con successo alla fuga senza destare particolari sospetti, e camminando sul marciapiede come un cittadino qualsiasi. «Non è possibile che una persona faccia irruzione in un’abitazione in questo modo e in pieno giorno», dice Maura, che pochi minuti dopo l’accaduto ha pubblicato un post su Facebook: «Ho voluto informare i cittadini e sollecitarli a fare attenzione». Ieri, Maura ha presentato denuncia presso la stazione locale delle forze dell’ordine: ma per ora del malintenzionato, che non ha comunque fatto in tempo a portarsi via oggetti o altro materiale dalla casa della donna, non c’è nessuna traccia.

MICHELE DEROMA COLORNO «Ho pensato soltanto ad urlare: in quel momento mi sentivo terrorizzata». Trovarsi faccia a faccia con un ladro, all’interno delle proprie mura di casa, alle 18.30 di un normale venerdì pomeriggio: un’esperienza...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal