Sei in Gweb+

Sicurezza

Accessi alla città, in arrivo 17 nuove telecamere

10 novembre 2020, 05:07

Accessi alla città, in arrivo 17 nuove telecamere

Nuovi occhi elettronici, sempre più potenti e “intelligenti” verranno puntati sul traffico. L'amministrazione comunale, grazie ad una spesa di poco inferiore a 170mila euro, intende installare 17 nuove telecamere Anpr, in grado cioè di leggere le targhe delle auto che percorrono le strade più trafficate.

PRONTE A PRIMAVERA 2021

L'assessore alla Sicurezza Cristiano Casa sottolinea che «dopo l'installazione di questo tipo di telecamere sull'asse Nord-Sud, con questi ulteriori 17 "occhi" andremo a chiudere la sorveglianza elettronica di tutti i principali accessi alla città, con un contributo importante in termini di sicurezza e controllo del territorio, con un raddoppio complessivo degli "occhi elettronici" rispetto al passato».

Le telecamere saranno collegate con il sistema controllo nazionale targhe e transiti (Scntt). La scorsa settimana la giunta comunale ha approvato la delibera che contiene il progetto di fattibilità di installazione degli impianti per poter ottenere un finanziamento statale. Il progetto ha un costo pari a 168.743 euro e la delibera spiega che il finanziamento del ministero dell'Interno dovrebbe, in caso di approvazione del progetto presentato dal Comune, coprire il 58,52% (pari a 98.743 euro) del costo di installazione. I restanti 70mila euro verrebbero garantiti dal Comune.

LE NUOVE POSTAZIONI

Le strade che queste telecamere “intelligenti” dovrebbero andare a sorvegliare sono via Gramsci (piazzale Caduti del Lavoro), via Cremonese (all'altezza di strada Battibue), via Emilia Ovest (San Pancrazio), piazza Terramare (Vicofertile), via La Spezia (rotatoria con via Chiavari), via Emilia (località Il Moro), strada Budellungo (nei pressi di strada Bassa Nuova), via Emilio Lepido (all'altezza di via Passo del Bocco) e via Mantova (all'altezza del civico 109). In tutte queste strade saranno montate due telecamere per controllare entrambi i sensi di marcia. Unica eccezione sarà via Gramsci, dove verrà posizionato un solo sistema. Il progetto del Comune si chiama “Da est a ovest: la sicurezza tecnologica alle porte della città” e il nuovo sistema di controllo andrà ad allargare la rete esistente di occhi elettronici puntati sul traffico. Le immagini registrate dai dispositivi saranno inviate alla sala operativa della Polizia locale, che rappresenta il cuore di tutta la rete in quanto consente la gestione, l’archiviazione e l’elaborazione dei dati. Le altre sale operative, (questura, comando provinciale dei carabinieri e guardia di finanza), già integrate con il sistema, disporranno in tempo reale dei dati acquisiti e degli eventuali allarmi. Allarmi che saranno eventualmente gestibili anche attraverso l’utilizzo di smartphone e tablet.

Nel progetto elaborato dal Comune viene spiegato che queste telecamere, attraverso il collegamento al Sistema nazionale di controllo targhe e transiti, potranno ricevere l'allarme di veicoli con targhe segnalate o rubate. Inoltre, permetteranno anche di elaborare alcuni dati statistici come velocità media, velocità massima e analisi dei flussi di traffico per le diverse ore della giornata. P.Dall.