Sei in Gweb+

COVID

Salso, gli alberghi tornano ad ospitare i pazienti in fase di guarigione

13 novembre 2020, 05:03

Salso, gli alberghi tornano ad ospitare i pazienti in fase di guarigione

Come già accaduto in occasione della prima ondata della pandemia nella scorsa primavera, anche nelle prossime settimane alcune strutture alberghiere salsesi (una, l'albergo Nazionale, lo sta già facendo da alcuni giorni con la presenza di una decina di pazienti gestiti dalla cooperativa Proges), previa sottoscrizione di un accordo con l’Ausl di Parma, potranno ospitare i pazienti Covid dimessi dall’ospedale, totalmente autosufficienti e che non necessitano di alcun tipo di terapia ma che non hanno la possibilità di rientrare al proprio domicilio per effettuare un ulteriore periodo di isolamento o di quarantena: questo consentirà da un lato ai pazienti di svolgere una degenza nella fase post acuta al di fuori della proprie abitazioni aiutando in tal modo le famiglie, dall’altro permetterà un alleggerimento della pressione, già elevata, sugli ospedali liberando posti letto a favore dei pazienti in fase acuta.

Anche nel corso di questa seconda ondata, dunque, Salsomaggiore fornirà il proprio contributo nella lotta al Coronavirus: sarebbero già due le strutture che avrebbero presentato domanda, mentre la scorsa primavera, unitamente ad altre strutture presenti sul territorio provinciale che ne avevano fatto richiesta, l’unica a Salsomaggiore a fare ricorso a questo strumento di supporto al sistema sanitario locale era stato il centro termale Baistrocchi che aveva ospitato alcune decine di pazienti: il direttore sanitario della struttura di viale Matteotti, Luigi Giuseppe Villani, aveva espresso la propria soddisfazione per la collaborazione con l’Ausl, mentre il sindaco Filippo Fritelli aveva ringraziato sia il Baistrocchi che altre strutture alberghiere salsesi che invece avevano ospitato medici ed infermieri residenti in provincia e fuori da quest’ultima, accorsi in ausilio ai colleghi dei nosocomi parmensi.

r.c.