Sei in Gweb+

Lutto

Ristorazione, morta Lidia: fondò «Ombre Rosse»

16 novembre 2020, 05:03

Ristorazione, morta Lidia: fondò «Ombre Rosse»

I suoi non erano normali tortelli d'erbetta alla parmigiana, ma i tortelli di Nonna Lidia. Così si chiamavano e così hanno continuato a chiamarsi sempre, in sua memoria e nel rispetto della sua personale ricetta, fatta di ovviamente di tradizione con un pizzico di inventiva e soprattutto tanta passione.

Nonna Lidia, al secolo Lidia Martini in Schiaretti se n'è andata a 92 anni. Una vita dedicata alla cucina dei ristoranti che ha aperto con il marito Nero e alla famiglia a cui ha lasciato insegnamenti ed esperienze fondamentali, vive ancora oggi. «Era lei era la mente di tutto, le mani che creavano - spiega il nipote Nicola -. Lui si dedicava all'accoglienza dei clienti».

Ne ha fatta di strada, Nonna Lidia. Comincia gestendo la cooperativa di Vigatto nel 1950. E' tanto brava e appassionata che nel giro di qualche anno ottiene la gestione della cooperativa di San Prospero alla fine degli anni Cinquanta.

Non si ferma, Lidia. Ha un'intuizione: il buon cibo è la chiave. Negli anni Sessanta apre il primo supermercato con gastronomia di Parma. Lo apre in viale dei Mille, proprio sotto la casa dove abita e dove ha abitato fino alla fine della sua lunga vita.

Donna forte e intraprendente, Lidia non è tipo che si accontenta. Vede lontano e, nonostante sia una parmigiana del sasso, guarda oltre i confini di casa. Nel '73, sempre insieme al marito Nero, acquista un albergo in pieno centro a Forte dei Marmi. Sono gli anni in cui va di moda la pensione completa, al Carducci per di più si mangiano le specialità di Lidia quindi l'albergo diventa punto di riferimento per intere famiglie di Parma che scelgono la località versiliese per le vacanze: da un lato il mare dall'altro la cucina di Lidia con tanto di anolini, bomba di riso, tortelli d'erbetta e gnocchi.

L'impegno è enorme, ma il successo e l'affetto dei clienti la ripagano degli sforzi. Da marzo a ottobre, Lidia lavora giorno e notte in Versilia, in inverno torna in città per continuare a dedicarsi alla gastronomia. Il successo è tale che nel 1983 i coniugi Schiaretti pensano di allargarsi e acquistano l'hotel Maria Luigia a Vittoria Apuana. Le prenotazioni sono tanto numerose che le camere non bastano, quindi la coppia acquista anche il Felix. Gli ospiti prenotano un anno per l'altro: non vogliono rinunciare a quel trattamento da principi.

Nel 1995 Lidia e Nero decidono di tornare dove tutto è iniziato. Soprattutto a casa, nell'amata Parma. Grazie alla cessione degli hotel acquistano il ristorante la Chimera in borgo Tommasini e lo chiamano trattoria da Lidia e Nero Ombre rosse.

Il ritorno e l'avvio di una nuova impresa nascondono la voglia di fare qualcosa per la figlia Angela e i nipoti Nicola e Giovanni, che l'anno dopo aprono l'enoteca Ombre rosse, mentre lei rimane in cucina fino al 2010, dedita alle specialità parmigiane che escono dalla cucina. Oltre ad anolini e tortelli - di Nonna Lidia, ovviamente -, la sua sbrisolona resta nel menù anche quando non va più al ristorante a lavorare. Del resto, lo stracotto continua a prepararlo lei, a casa sua. E anche i liquorini passano alla storia, anche perché la ricetta che ha passato ad Angela è infallibile.

Nella chiesa di Santa Maria del Rosario ieri si è svolto il rosario. Oggi alle 14,15, nella stessa chiesa i funerali. r.c.

 

I suoi non erano normali tortelli d'erbetta alla parmigiana, ma i tortelli di Nonna Lidia. Così si chiamavano e così hanno continuato a chiamarsi sempre, in sua memoria e nel rispetto della sua personale ricetta, fatta di ovviamente di tradizione con...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal