Sei in Gweb+

San Secondo

Addio a Gualtiero Riva, per anni fu direttore di prosciuttifici

24 novembre 2020, 05:03

Addio a Gualtiero Riva, per anni fu direttore di prosciuttifici

MICHELE DEROMA

 

SAN SECONDO La tragica morte del suo primogenito Gianmaria, avvenuta nel 2008 in un incidente stradale a Roncole Verdi, ne aveva profondamente segnato l’esistenza, che da quel terribile 15 giugno non è più stata la stessa: Gualtiero Riva lottava da ben nove anni contro una grave malattia, ma il dolore provato per la perdita del figlio si era già rivelato un macigno assai pesante per la sua vita.

Riva si è spento domenica mattina, a 68 anni, all’ospedale di Reggio Emilia, dove si trovava ricoverato da alcune settimane per un aggravamento delle sue condizioni di salute, al culmine di «un anno estremamente sofferto», ha spiegato il figlio Gabriele.

«Proprio l’anno scorso mio padre aveva raggiunto la pensione, ma le sofferenze causategli dalla malattia non gli hanno permesso di trascorrere serenamente gli ultimi mesi, finalmente vissuti a casa. Con il proprio animo da combattente, Gualtiero ha saputo lottare comunque con coraggio, sino a quando le sue forze glielo hanno concesso».

Riva, che ha sempre vissuto a San Secondo, aveva trascorso l’intera carriera lavorativa in ditte del settore alimentare, in provincia: per vent’anni era stato impiegato in una piccola azienda di Fontanelle e successivamente, nel 2001, era entrato nel gruppo Martelli – attivo nella produzione di carne e salumi sin dal 1959 - per cui ricoprì l’incarico di direttore dei tre prosciuttifici presenti in provincia di Parma, a Sala Baganza e Langhirano. «Sul lavoro sapeva imporre le proprie regole e disposizioni, con la bontà, la cordialità e la disponibilità che hanno sempre contraddistinto il suo animo», evidenzia il figlio Gabriele, anch’egli impiegato per il gruppo Martelli: «Mio padre fu il braccio destro di Elio Martelli, a lungo alla guida dell’azienda, nella gestione degli stabilimenti del territorio».

Dove Gualtiero era conosciuto anche per aver praticato sport a livello amatoriale, in particolare calcio e ciclismo, attività – quest’ultima – che vide Riva impegnato per diverse manifestazioni conosciute ben oltre i confini provinciali, come la «Nove Colli» romagnola, da lui affrontata con i tanti amici di San Secondo.

Nella stessa cittadina della Bassa, questa mattina, alle 10.30, saranno celebrate le esequie di Gualtiero Riva, che lascia la moglie Antonella – sposata nel 1978 – e il figlio Gabriele, con Elena e l’adorata nipotina Alice: le sue spoglie saranno successivamente tumulate nel cimitero del paese. Sarà l’ultimo viaggio, per Gualtiero, prima di raggiungere il suo primogenito, l’amato «Giamma», volato in cielo troppo presto.

 

 

MICHELE DEROMA SAN SECONDO La tragica morte del suo primogenito Gianmaria, avvenuta nel 2008 in un incidente stradale a Roncole Verdi, ne aveva profondamente segnato l’esistenza, che da quel terribile 15 giugno non è più stata la stessa:...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal