Sei in Gweb+

Polesine Zibello

Essere «arancioni» in zona rossa: lo strano caso dell'eremita sul Po

di Paolo Panni -

26 novembre 2020, 05:04

Essere «arancioni» in zona rossa: lo strano caso dell'eremita sul Po

POLESINE ZIBELLO - Trovarsi sulla sponda opposta del Po ma essere, a tutti gli effetti, in zona arancione e non nella rossa. Possibile? È quello che riguarda una persona, residente regolarmente a Polesine Zibello ma con casa sulla sponda dirimpettaia del fiume. Si sa che il Po non è un confine «perfetto» tra le due regioni, Emilia e Lombardia: ci sono terreni emiliani sulla sponda sinistra e viceversa. Polesine Zibello ha, da sempre, alcuni terreni sulla riva dirimpettaia del fiume e, su questi, in aperta golena, si trovano anche alcune case. In una di queste vive un uomo, da solo, che in questo tempo di pandemia si trova in una situazione decisamente anomala: in zona arancione, circondato da quella rossa da una parte, e dal Po dall’altra. Per lui recarsi a fare la spesa oppure andare dal barbiere o in altri negozi, nel comune di residenza, Polesine Zibello, significa doversi spostare in barca. Ma lui la barca non ce l'ha. Per raggiungere Polesine Zibello dovrebbe affrontare un percorso di parecchi chilometri che lo porterebbe a transitare tra due regioni e a dover attraversare più Comuni. Col rischio concreto di una sanzione (anzi, forse anche più sanzioni) molto salata.

Per lui il centro più vicino è Stagno Lombardo, ma di questi tempi recarsi a fare la spesa in paese, per lui (che paga regolarmente tasse e imposte a Polesine Zibello) potrebbe appunto significare prendersi una multa. Come fare quindi? «In effetti - ha ammesso il sindaco di Stagno Lombardo Roberto Mariani - si tratta di una anomalia che esiste da sempre. Nel tempo diverse persone, addirittura una famiglia, si sono alternate in quella porzione di golena che appartiene in realtà alla giurisdizione di Polesine Zibello».

Ma il problema, per quanto reale, di fatto non esiste. Perché, a prevalere, è ovviamente il buonsenso. «Da sempre – ha continuato ancora il sindaco lombardo – questa persona usufruisce dei nostri servizi, pur pagando le tasse a Polesine Zibello, compreso quello della raccolta rifiuti. Vi immaginate se il camion che raccoglie i rifiuti a Polesine Zibello dovesse venire, di fatto, fino a Stagno Lombardo, per prendere un sacchetto della spazzatura?».

Per fortuna, appunto, prevale il buon senso e così, anche il fare la spesa, in questi giorni, non è un problema. «Ho visto questa persona anche pochi giorni fa in paese – ha detto il sindaco – e ovviamente nessuno gli dice nulla. La stessa polizia locale e le forze dell’ordine conoscono questa situazione anomala e particolare e sanno come comportarsi».

Nessuna sanzione, quindi, per questo «eremita arancione» circondato dalla zona rossa.