Sei in Gweb+

San Secondo

La protesta degli ambulanti: mercato a metà

26 novembre 2020, 05:05

La protesta degli ambulanti: mercato a metà

SAN SECONDO - Ieri gli ambulanti del settore merceologico hanno disertato il mercato settimanale di San Secondo. Le nuove disposizioni decise dal Comune, per ottemperare alle indicazioni regionali e nazionali a causa della pandemia in corso, non sono state accolte favorevolmente. La nuova (e temporanea) scelta del Comune, anche per evitare assembramenti, è stata comunicata pochi giorni fa. La vasta area, destinata a parcheggi, che circonda il cimitero comunale, è stata individuata per collocare il mercato merceologico, con ingressi e uscite ben delimitati. Il parcheggio di via Raffaello (nella zona della piscina e del bocciodromo) è stato invece destinato al mercato alimentare.

In pratica due «tronconi» di mercato, posti di fatto su posizioni opposte del paese. «Siamo consci - ha evidenziato da subito il sindaco Antonio Dodi - che questa soluzione cambia di molto la funzione del mercato settimanale nel nostro paese, però purtroppo dobbiamo adeguarci alle normative per garantire la sicurezza di tutti e comunque sostenere il commercio e dare la possibilità ai cittadini di potersi rifornire dai loro rivenditori di fiducia. Tengo a sottolineare - aveva scritto ancora Dodi in una sua comunicazione di pochi giorni fa - che questa è una soluzione temporanea e mi auguro al più presto che il mercato possa tornare tra le vie del nostro centro storico. Questa pandemia impone di adeguare le nostre abitudini al contesto emergenziale. Sollecito nuovamente tutti perché vi sia lo sforzo comune di adottare e seguire le regole imposte dagli esperti».

La nuova soluzione, a conti fatti, non è stata «digerita». Infatti, se in via Raffaello, si sono regolarmente presentati una ventina di ambulanti (tutti ovviamente del settore alimentare), nell’area del cimitero non si è invece presentato nessuno del mercato merceologico e l’appuntamento settimanale è stato così disertato. «Non siamo stati minimamente contattati per un confronto - ha detto uno degli ambulanti del settore merceologico - e abbiamo saputo del trasferimento al camposanto solo lunedì. Per questo motivo, per protesta, non ci siamo presentati. La soluzione - ha aggiunto - era semplice: bastava rimanere in centro con le transenne e il nastro segnaletico, indicando entrate e uscite, come succede nella maggior parte dei mercati, senza stravolgere niente e senza ficcarci lontano dal paese. Penso - ha proseguito - che anche i negozi e i bar che ora fanno asporto non siano contenti della soluzione, anche se provvisoria. Dov’è il rispetto di chi lavora?».

Diversi gli ambulanti che, a questo punto, chiedono di individuare una ulteriore, nuova soluzione. P.P.

 

SAN SECONDO - Ieri gli ambulanti del settore merceologico hanno disertato il mercato settimanale di San Secondo. Le nuove disposizioni decise dal Comune, per ottemperare alle indicazioni regionali e nazionali a causa della pandemia in corso, non...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal